Logo San Marino RTV

Civico 10: SMac Card, punti in comune

16 dic 2014
Civico 10: SMac Card, punti in comune
Civico 10: SMac Card, punti in comune
"Vogliamo rendere partecipi le Associazioni di Categoria che hanno protestato sul Pianello contro la SMaC ed il modo di tracciare i ricavi, che Civico10 supporta i punti riportati nella nota delle stesse Associazioni.
I punti segnalati sono già stati parte di comunicati, proposte ed emendamenti discussi in Consiglio Grande e Generale e, naturalmente, bocciati, enfatizzando ancor più l’incapacità di questo Governo di confrontarsi e risolvere i problemi delle attività economiche. Le richieste delle Associazioni sono state ignorate, così quelle di Civico10, e dal 1 gennaio 2015 si vedranno i primi risultati.
Anche in questa sessione Consigliare il movimento Civico10 insiste con le proposte e gli emendamenti. All’articolo 45 “Progetto San Marino Card”, oltre ad incrementare lo stanziamento per il funzionamento della SMaC e per un suo mantenimento della funzione di scontistica, si propongono sulla linea di quanto già espresso dalle Associazioni questi punti:
? eliminazione di ogni costo di attivazione, gestione, transazione e di ogni canone di utilizzo a carico degli esercenti soggetti all'obbligo di utilizzo della SMaC Card;
? implementazione di tecnologie che permettano una maggiore velocità della
transazione e l’utilizzo della Smac Card contemporaneamente come carta di credito legata ad un conto corrente posseduto in Repubblica, come carta d'identità, come tessera sanitaria, come tessera elettorale, come firma elettronica per interfacciarsi con la Pubblica Amministrazione.
E’ inoltre una naturale conseguenza, o meglio necessità, quella di sviluppare un piano per il settore turistico e commerciale che tenga in considerazione tutti gli aspetti e le possibilità derivanti dall’introduzione della SMaC e di nuovi servizi ad essa collegata. Un ulteriore emendamento che abbiamo presentato cerca, infatti, di introdurre una SMaC turistica per il centro storico con peculiarità simili ad una “City Card” permettendo l’introduzione di nuovi servizi per migliorare l’afflusso turistico e creare sinergie tra le varie attività commerciali presenti in Repubblica.
Vi invitiamo a seguire il Consiglio Grande e Generale di questi giorni e farvi un’idea di quale, se possibile definirlo così, “sviluppo” voglia portare avanti questa maggioranza di Governo e quanto, invece, sia lontana dalla realtà presente in territorio".

Comunicato stampa
Movimento Civico 10