Logo San Marino RTV

Giornata convulsa in Senato per l’esame del Ddl Gelmini: slitta il via libera alla riforma

22 dic 2010
Gli studenti scendono ancora in piazza e chiedono di essere ricevuti dal Capo dello Stato. Un appello subito accolto da Napolitano, disposto ad incontrare una delegazione di giovani. Intanto hanno manifestato in migliaia, in diverse città italiane. In una Roma blindata si sono svolti cortei pacifici. Incidenti e tafferugli con le forze dell’ordine si sono registrati invece a Milano e Palermo.
Qui, un gruppo di manifestanti a volto coperto, ha lasciato palazzo d’Orleans e si è diretto in piazza della Vittoria, dove ha lanciato sassi e bottiglie contro il portone della Questura. Sul fronte parlamentare l’iter del Ddl Gelmini rallenta: al Senato, infatti, dopo il mancato accordo sui tempi in conferenza dei capigruppo, Pd e Idv hanno ricominciato in modo sistematico a fare ostruzionismo. Ma oggi è stato anche il giorno del decreto milleproroghe approvato in Consiglio dei ministri. Nel provvedimento sono state inserite le risorse per finanziare il 5 per mille nel 2011; 100 milioni andranno agli interventi per la SLA; ma arriva una stangata sui biglietti del cinema. Per consentire la proroga degli sgravi al settore cinematografico in crisi, ogni spettatore pagherà 1 euro in più come contributo speciale per assistere allo spettacolo in sala. Categorica la smentita del Ministero dei Beni Culturali.

Silvia Pelliccioni