Lotta la terrorismo: San Marino avrà tre nuovi organi competenti

19 gen 2019
Lotta la terrorismo: San Marino avrà tre nuovi organi competenti - Saranno la Commissione Permanente Antiterrorismo, il Nucleo Operativo e l'Unità di Crisi
Saranno la Commissione Permanente Antiterrorismo, il Nucleo Operativo e l'Unità di Crisi i nuovi organi previsti dal progetto di legge sulla “lotta al terrorismo internazionale” approvato all'unanimità in Consiglio. Tre apparati per rendere “la Repubblica di San Marino sempre più impegnata nella lotta al terrorismo di portata internazionale” si legge nella relazione. La Commissione Permanente sarà formata dal direttore del dipartimento Affari Esteri, Affari Istituzionali, Finanze, i comandanti dei corpi di Gendarmeria, Polizia Civile, Guardia di Rocca e il direttore dell'ufficio nazionale Interpol. Avrà il compito di analizzare le tematiche relative al terrorismo internazionale e redarre il piano di sicurezza per il paese.

I comandanti dei vari corpi di polizia e il direttore dell'ufficio centrale Interpol comporranno anche il Nucleo Operativo, insieme al capo della protezione civile. Si occuperà di definire i gradi di allerta, predisporre misure di prevenzione e attivare l'Unità di Crisi.

Unità di Crisi che va a formare il terzo e ultimo organo, che sarà presieduto dai Capi di Stato o dai Segretari per gli affari Esteri e Interni. Si riunirà qualora si verificasse un attacco terroristico o ci sia un elevata minaccia. Le sue funzioni sono quelle di coordinare le azioni di tutti gli organi competenti. Oltre all'istituzione dei tre apparati il progetto di legge definisce le condizioni di “Stato di Emergenza”, che potrà essere dichiarata dal Segretario per gli affari interni.