Logo San Marino RTV

Maggioranza a confronto sulle riforme istituzionali

2 giu 2005
Maggioranza a confronto sulle riforme istituzionali
Nuovo confronto sul tema delle Riforme Istituzionali. Sul tavolo i 4 testi di legge elaborati dai tecnici incaricati dal Segretario di Stato Giovanni Lonfernini. Si cercano le soluzioni per Congresso di Stato e Istituto della Reggenza. Con l’intento di assicurare separazione dei poteri e massima chiarezza e trasparenza nella gestione della cosa pubblica. 2 gli interventi di carattere costituzionale, altrettanti quelli qualificati. Con i primi si definiscono poteri e responsabilità, con i secondi il funzionamento, le procedure di nomina, i criteri di incompatibilità. Già individuate le convergenze, restano da sciogliere alcuni nodi, che toccherà ai singoli partiti indicare dopo aver espletato l’analisi all’interno dei rispettivi organismi. 'I documenti – ha ribadito il Segretario Lonfernini - sono da intendere a tutti gli effetti delle bozze e quindi strumenti sui quali articolare il confronto. Non sono – aggiunge Lonfernini – né vincolanti e neppure irreversibili'. Le leggi che dovranno dettare le regole democratica della gestione della cosa pubblica, non sono blindate, toccherà al Consiglio Grande e Generale definirne la portata punto per punto. Venerdì prossimo, 10 giugno, le forze politiche torneranno ad incontrarsi per proseguire nell’analisi alla luce degli approfondimenti compiuti singolarmente. Poi, una volta verificate le convergenze più ampie, i progetti saranno avviati all’iter di approvazione in aula consigliare. 'Il governo – afferma il Segretario di Stato Giovanni Lonfernini – ha rispettato gli impegni fissati dallo specifico ordine del giorno, fissando nero su bianco le linee di intervento per le riforme istituzionali tenuto conto delle manifestate convergenze. Adesso – aggiunge – la palla passa alle singole forze politiche”.