Logo San Marino RTV

Parla Alessandro Marmello, autista di Bossi jr: "Ritiravo denaro dalla Lega e lui intascava senza fare una piega"

9 apr 2012
Parla Alessandro Marmello, autista di Bossi jr: "Ritiravo denaro dalla Lega e lui intascava senza fare una piega"
Parla Alessandro Marmello, autista di Bossi jr: "Ritiravo denaro dalla Lega e lui intascava senza fare una piega"
Renzo Bossi si dimette da consigliere regionale della Lombardia. "Senza che nessuno me l'abbia chiesto faccio un passo indietro in questo momento di difficoltà, do l'esempio", dice in esclusiva a Tgcom24. "Sono sereno e ho fiducia nella magistratura - aggiunge - anche se non sono indagato". "E' giusto e opportuno farsi da parte, sono sereno e so benissimo cosa ho fatto", ha concluso.
Intanto arrivano i primi sfoghi, come quello dell'autista del trota. I soldi venivano utilizzati per fare benzina, per spese varie e farmacia. Insomma, per spese personali. Adesso Alessandro Marmello, che di Bossi jr è anche bodyguard, si è stancato di "fargli da bancomat" e si è sfogato. "Non ce la faccio più, non voglio continuare a passare soldi al figlio di Umberto Bossi in questo modo: quel denaro lo ritiro dalla Lega a mio nome. E lui se lo mette in tasca come fosse la cosa più naturale del mondo. Adesso basta, sono una persona onesta, a questo gioco non ci voglio più stare". Marmello documenta le sue affermazioni anche con una serie di video, raccontando la sua versione dei fatti in una lunga intervista a al settimanale "Oggi".
Intanto il padre Umberto dichiara: "Ha fatto bene a dimettersi. Erano due mesi che mi diceva che era stufo di stare in Regione". Poi ancora: "Espulsioni? Poi vediamo", ha inoltre risposto il leader leghista a chi gli chiedeva un commento sulle richieste venute dalla base nei confronti di chi è coinvolto nei fatti emersi dall'inchiesta.