Psd verso l'assemblea congressuale. Confronto aperto per costruire un'alternativa

18 ott 2018
Psd verso l'assemblea congressuale. Confronto aperto per costruire un'alternativa - Nessun commento sulle dimissioni di Ciavatta: la sua posizione – ci ha riferito il Presidente Matteo...
Dopo le dimissioni di Nicola Ciavatta - ora al vaglio dell'organo disciplinare del partito - un comitato di coordinamento supporterà la segreteria.

La direzione del Psd, dopo le dimissioni dell'ormai ex segretario Nicola Ciavatta, ha deciso di procedere verso la convocazione dell'assemblea congressuale. Sarà attivato un comitato di coordinamento interno per definire modalità e tempistiche ed anche per supportare l'attività di segreteria. Il Psd, intanto, continuerà l'azione politica partecipando ai tavoli e alle iniziative che – recita una nota – sta portando avanti da oltre un anno. Continua quindi il percorso di condivisione con il Partito Socialista e la Direzione ha chiesto anche un approfondimento per proseguire il dialogo con Movimento Democratico, alla luce di recenti aperture. In programma l'intenzione di chiedere incontri anche a Dc e Rete. Apprezzata la scelta di Tony Margiotta di lasciare Ssd.

L'intenzione del Partito dei Socialisti e dei Democratici è di confrontarsi con tutti coloro che hanno la volontà di costruire un'alternativa per il paese. Al momento, intanto, la Direzione ha deciso di non commentare le dimissioni del segretario Ciavatta che – spiega il Presidente Matteo Rossi - è stato sottoposto al giudizio del Comitato dei Garanti, l'organismo disciplinare interno al partito. L'esito è atteso nelle prossime ore o al più tardi nei prossimi giorni.

Sentiamo il Presidente Psd Matteo Rossi