Logo San Marino RTV

San Marino. Pdcs risponde alle accuse rivolte al Segretario Valentini

31 gen 2014
San Marino. Pdcs risponde alle accuse rivolte al Segretario Valentini
San Marino. Pdcs risponde alle accuse rivolte al Segretario Valentini
Il PDCS desidera rispondere alle accuse rivolte al Segretario Valentini, chiarendo alla popolazione, che l’unica ombra che si sta muovendo a Palazzo è quella di coloro che stanno orchestrando l’azione di una Minoranza, speriamo non del tutto consapevole e corresponsabile, per riportare San Marino in quelle condizioni in cui si trovava prima del 2009, erede di un sistema economico mancante di sufficiente trasparenza, giustizia ed equità e aggravato dalla procedura rafforzata nella quale, proprio le forze di opposizione che oggi muovono attacchi, ci hanno portato nei due anni in cui si sono trovate a governare il nostro Paese.
Dalla scorsa legislatura, ai giorni nostri, infatti, i due Governi che si sono succeduti, nei quali il PDCS ha avuto un ruolo preminente come partito di maggioranza relativa nell’indicare le linee e le prospettive, il nostro Paese ha ottenuto da tutti gli organi internazionali riconoscimenti e stima per avere allineato le proprie normative economiche e finanziarie agli standard dei Paesi Europei e diventando più virtuoso di molti di essi.
A conferma dell’operatività della Segreteria per gli Affari Esteri e di come la politica estera sammarinese stia vivendo un momento estremamente positivo, sarebbe sufficiente recuperare gli ultimi giudizi espressi dal Moneyval e dall’OCSE sul nostro Paese, la considerazione ottenuta a livello europeo con l’inserimento di San Marino nel SEPA e la garanzia accordataci ieri dal Presidente Barroso di avviare il percorso di integrazione europea auspicato.
Lo stesso dicasi per tutto ciò che riguarda il rapporto con la vicina Italia, dalla scelta dello scambio automatico di informazioni nel 2011, alla doppia ratifica degli accordi contro le doppie imposizioni lo scorso anno a tutti gli accordi di cooperazione in fieri. Sarebbe assolutamente scorretto non considerare tutti questi risultati come frutto dell’ottimo lavoro svolto dal precedente Governo, con l’importante contributo che il Segretario Valentini ha dato impegnandosi nelle Segreteria per le Finanze.
Ciò che, tuttavia, risulta più ridicolo in questa vicenda e smentisce seduta stante ogni affermazione della Minoranza, è stata la dichiarazione del Vice-Ministro alle Finanze italiano che, dichiarando che l’uscita dalla Black list avverrà molto presto – testualmente - “con una soluzione in tempi rapidi”, ha nuovamente confermato l’ottimo operato della Segreteria di Stato, e l’imminenza della chiusura di questa annosa vicenda, così come dichiarato dal Segretario Valentini dopo l’incontro con il Ministro degli Esteri italiano.
Il PDCS, pertanto, ritiene che tali attacchi da parte dell’opposizione siano semplicemente gli ultimi colpi di coda di coloro che, incapaci di accettare la scelta di un nuovo sistema economico, trasparente e sostenibile per il futuro delle prossime generazioni, cercano ancora di gettare fango su chi ha lavorato con perseveranza i questi anni ed ora ne sta raccogliendo i frutti, piuttosto che riconoscerne il risultato ed i benefici per tutta la comunità civile. Benefici per tutti i cittadini che, forse, si scontrano con gli interessi di parte di alcuni di coloro che hanno mosso tali attacchi e che vedono l’approssimarsi di un’ulteriore pesante sconfitta politica.
Il Partito Democratico Cristiano Sammarinese, profondamente grato e riconoscente per il lavoro svolto finora, conferma tutta la propria fiducia e sostegno al Segretario Valentini, chiedendogli di continuare a vivere il proprio impegno politico a servizio del bene comune, con la stessa dedizione con cui lo ha fatto finora, come vocazione altissima e forma preziosa di carità, così come indicato da Papa Francesco.

Comunicato stampa
Pdcs