Eurolega: Milano ko a Monaco, impresa Maccabi sul CSKA

12 gen 2019
Eurolega: Milano ko a Monaco, impresa Maccabi sul CSKA - Vincono anche Barcellona - che sale al 5° posto - Baskonia e Buducnost, salvato allo scadere da Cole...
Dopo Barcellona, Milano stecca un altro crocevia fondamentale e la sua Eurolega si fa sempre più tragica: il Bayern Monaco fatica un po' agli estremi ma in mezzo detta legge e col 93-87 stacca l'Olimpia – 8° ko in 10 gare – ed è 7° da solo. Non bastano i soliti James – 29 punti ma nullo in copertura – e Gudaitis – 18+10 rimbalzi - che in un avvio di triple reciproche e zero difesa costruiscono, con Bertans, il +6. Qui però il computo dall'arco prende direzioni opposte: 7/26 Milano e 12/18 Monaco, che ribalta subito e tra secondo e terzo va fino a +14, coi 18 di Lo e Dedovic e i 14 di Koponen e Jovic. Nel quarto Milano trova la difesa e con qualche persa bavarese di troppo va a -4 ma nei 37” rimasti l'MVP Dedovic la chiude con 4/4 in lunetta e, in mezzo, un rimbalzo sulla triplA di James.

Pianigiani staccato dal Bayern ma non dal Panathinaikos, battuto 79-68 da un Barcellona che ora è 5° con l'Olympiacos. I blaugrana allungano in entrambi i quarti centrali ma i verdi rientrano sempre, cedendo del tutto solo col 10-3 degli ultimi 4'. Solo tre vanno in doppia: 23 di Heurtel, 14+7 rimbalzi di Seraphin e 17 di Papapetrou.

Con Pana e Olimpia adesso c'è anche Baskonia: 83-66 in rimonta su Gran Canaria, guidata subito sul 9-21 da un Balvin da 16 punti. Vitoria inizia a raddrizzarla nel secondo, nel terzo si porta avanti e nel quarto fa subito 11-2, chiudendola lì. Brillano Marcelinho (24), Poirier (18) e Diop (13+10 rimbalzi).

Copione simile per l'impresa del Maccabi Tel Aviv che passa 93-76 in casa del CSKA Mosca. Al 16-4 russo del via il Macca risponde con un 9-0, dopo il riposo prende in mano la partita e a inizio del quarto la chiude con un 10-2, nel quale ce ne sono 6 di DiBartolomeo. Gli attori principali però sono Tyus – 4 stoppate – e il duo da 29 punti Zoosman/O'Bryant, che vanificano i 16 di De Colo e Clyburn e i 12+9 rimbalzi di Hunter.

In fondo invece il Buducnost tiene alla larga l'ultimo posto silurando allo scadere il Darussafaka. Che annulla il -6 con le triple di Douglas – 14+9 assist – e di Ozmizrak, che poi nei liberi fa meglio di Gordic e sorpassa. +1 e 11” a cronometro, 7 dei quali usati da Cole per costruire il 75-74. Per l'ex Avellino sono 17 punti, uno in meno del compagno Jackson.

RM