Logo San Marino RTV

Primo ko per l'Imolese di Cevoli: 2-1 Feralpisalò

Le reti arrivano tutte nella ripresa: segnano Morosini - su rigore - e Petrucci per i padroni di casa. A poco serve il centro di Morachioli, l'Imolese sbaglia anche un penalty con Stanco sullo 0-0.

di Alessandro Ciacci
8 ott 2020

La Feralpisalò ha il merito di essere più cinica, l'Imolese è bella ma spreca troppo. Cosi' matura il primo ko in campionato degli uomini di Roberto Cevoli. Dopo 60 secondi prima chance clamorosa per i rossoblu: punizione dalla trequarti, Pilati non aggancia. La porta è vuota, Rondanini ci prova con il tacco ma colpisce il palo poi De Lucia è miracoloso sul tentativo da 0 metri di Stanco. I Leoni del Garda si salvano subito così come nel finale di frazione quando il diagonale di Provenzano esce di un nulla, a De Lucia battuto.

Succede tutto nel secondo tempo. Alboni lotta in area e riconquista la sfera, Mezzoni lo ferma con una vistosa trattenuta. Penalty netto, sciupato da Stanco che va troppo centrale. De Lucia intuisce e respinge. Il match gira tutto intorno agli 11 metri: dall'altra parte De Cenco cerca la deviazione volante, l'ex Rinaldi ci mette la mano ed è rigore anche per la Feralpisalò. La differenza è che Morosini calcia alla perfezione, Siano non ci può arrivare e i ragazzi di Pavanel passano in vantaggio alla prima occasione costruita. L'Imolese torna a spingere ma ancora Stanco – in serata no – non approfitta della scivolata di Legati e cestina tutto a tu per tu con De Lucia. Anche in questo caso, gol sbagliato gol subito. La Feralpi riparte ad alta velocità: D'Orazio serve Petrucci sulla destra. La prima conclusione del 7 viene ribattuta, la seconda non viene trattenuta da Siano ed è 2-0 per i padroni di casa che la risolvono grazie ai centri di due nuovi entrati, Morosini e lo stesso Petrucci. Anche la rete che accorcia le distanze per l'Imolese è ad opera di un subentrato: si tratta del giovane classe 2000 Gregorio Morachioli che riceve da Ventola e fredda De Lucia sul primo palo. Il 2-1, però, arriva in maniera tardiva. I romagnoli ci provano fino al triplice fischio ma la Feralpi regge e sale a 6 punti in classifica, la "banda" di Cevoli rimane inchiodata a quota 4.