Logo San Marino RTV

RallyLegend, il Pianello diventa un parco chiuso a cielo aperto

L'affascinante riordino delle vetture in Piazza della Libertà ha richiamato tanti fan e appassionati, pronti a scattare foto a piloti e vetture. Tra i più acclamati Neuville, Mikkelsen e Ken Block.

di Alessandro Ciacci
12 ott 2019
Il Legend 2019 sul PianelloRallyLegend, il Pianello diventa un parco chiuso a cielo aperto
RallyLegend, il Pianello diventa un parco chiuso a cielo aperto

La cornice c'è, gli appassionati ci sono e la passione non manca. Un insieme di ingredienti ancora vincente per RallyLegend con il riordino delle vetture nel centro, nel cuore della Repubblica di San Marino. Piazza della Libertà - meglio conosciuta come Pianello - si è trasformato in un vero e proprio parco chiuso a cielo aperto con le auto più suggestive e i piloti più famosi pronti a fermarsi per scattare selfie e firmare autografi ai tanti tifosi presenti. Tra le prime speciali a “Le Tane” e “San Marino”, Thierry Neuville, Andreas Mikkelsen e Ken Block hanno potuto toccare con mano l'affetto di un popolo estremamente legato al mondo del rally. Ovviamente sono stati loro 3 i più cercati e acclamati dal pubblico oltre alle loro splendide vetture, dalle Hyundai WRC alla “Cossie” - la Ford Escort Cosworth rielaborata - dello statunitense.

Non da meno l'Audi Quattro S1 di Ekstrom – da domenica proprietà di Andrea Dovizioso – e la mitica Lancia Rally 037 di Miki Biasion. E poi i sammarinesi: Stefano Rosati, già 3 volte vincitore della categoria Historic con la classica Talbot Lotus, e il “Lupo” Giuliano Calzolari, tornato a RallyLegend dopo lo spaventoso incidente in Finlandia e alle prese con una splendida quanto difficile Porsche 911 del 1978.


Nel servizio l'intervista al pilota Giuliano Calzolari