Logo San Marino RTV

Botti di fine anno: Polizia Civile impegnata nella prevenzione

29 dic 2004
Botti di fine anno: Polizia Civile impegnata nella prevenzione
Avevano acquistato 4 ordigni, 3 multicolpo chiamati Roky 3 ed uno del tipo denominato Rambo 31k. Il problema è che erano due minorenni, e a loro la vendita dovrebbe essere vietata. Li hanno notati il 23 dicembre alcuni agenti della Polizia Civile, che li hanno fermati e interrogati, e subito sono partiti gli accertamenti del caso, che portano ad un’armeria della Repubblica la quale, pare, avrebbe venduto il materiale ai ragazzini. I botti erano legali, non così la vendita ai minori di 18 anni. La Polizia Civile infatti rammenta che i commercianti devono sempre controllare i documenti dei loro clienti. A San Marino, per legge, i botti di fine anno sono classificati in due categorie, la A per gli ordigni più pericolosi, la B per quelli considerati più leggeri, e questi ultimi possono essere venduti ai minori. Occorre sempre accortezza da parte del commerciante, e sarebbe preferibile che la vendita avvenisse comunque in presenza di un genitore o comunque di un adulto. Nel centro storico di Città gli unici esercizi ad essere abilitati alla vendita di botti sono le armerie, mentre fuori dalle mura si possono trovare anche nei negozi di giocattoli. Finora la situazione in Repubblica, così come nella vicina riviera, appare tranquilla, anche se non sono mancati i controlli d’obbligo.

Riproduzione riservata ©