Logo San Marino RTV

Maltempo: sul Titano scende la neve di maggio, Emilia-Romagna cerca di tornare alla normalità

di Mauro Torresi
15 mag 2019
Maggio pazzerello
Maggio pazzerello

Che si trattasse di un maggio fuori dal comune era assodato, ma la caduta delle neve in questo periodo dell'anno era difficile da immaginare. La sorpresa questa mattina in Città dove la temperatura era di poco sopra lo zero. Neve che si è subito sciolta al suolo. Imbiancato, invece, l'eremo di Carpegna.

Per la bella stagione si dovrà attendere: per domani le previsioni danno un leggero miglioramento, con un moderato rialzo delle temperature, una massima di 14 gradi e sole misto a nuvole. La protezione civile dell'Emilia-Romagna, sempre per domani, ha diffuso una nuova allerta: rischio nella pianura Emiliana centrale e orientale e sulla costa Ferrarese per il deflusso delle piene di Secchia e Reno. Criticità idraulica anche per la costa Romagnola e rischio idrogeologico nelle aree della Regione più vicine a San Marino, ma la tendenza per le prossime 48 ore è all'attenuazione.

L'Emilia-Romagna cerca di tornare alla normalità: la falla sull'argine del fiume Montone, nel Forlivese, è stata chiusa e non ci sono più sfollati nella zona. La Procura sta valutando eventuali responsabilità sull'esondazione e il cedimento dell'argine. A Cesena, a causa di maltempo ed esondazione del Savio, si stimano danni per oltre un milione e mezzo. Continuano le ricerche della donna di 76 anni dispersa a Novafeltria; si setaccia l'area dove scorre il Marecchia. Per il weekend i meteorologi parlano di una nuova ondata di maltempo con grandine.