Logo San Marino RTV

Nel 2018 meno infortuni sul lavoro a San Marino, dall'Iss più attività di prevenzione

di Mauro Torresi
28 apr 2019
Nel 2018 meno infortuni sul lavoro a San Marino, dall'Iss più attività di prevenzione
Nel 2018 meno infortuni sul lavoro a San Marino, dall'Iss più attività di prevenzione

E' una tendenza positiva quella che emerge dai dati pubblicati dall'Istituto per la sicurezza sociale. Sul Titano, nel 2018, sono stati riconosciuti 354 infortuni sul lavoro su 416 casi denunciati. Nel 2017 quelli segnalati furono maggiori: 476. Gli incidenti calano, quindi, e di conseguenza, scendono i giorni di malattia che passano dagli 8.539 del 2017 ai 7.902 dello scorso anno.

Il report dell'Iss arriva nelle ore in cui, a livello globale, si celebra la Giornata dedicata a questa tematica. Un evento istituito dall'Organizzazione internazionale del lavoro per promuovere ambienti sicuri, con uno sguardo alla prevenzione. A San Marino, negli ultimi cinque anni, sono stati registrati due incidenti mortali. Complessivamente, dal 1992 ad oggi, ne sono avvenuti 14. Gli infortuni si traducono anche in uscite in termini economici: nel 2018 per l'Iss hanno avuto un costo di circa 435mila euro per l'indennità erogata. Cifra minore rispetto al 2017 quando l'esborso fu di quasi 506mila euro.

Al 31 dicembre dell'anno passato sono state erogate 308 pensioni privilegiate per infortuni per una spesa di 1 milione 407mila euro. Alla somma si aggiungono quasi 752mila euro di pensioni per malattia professionale. Fondamentali, in tema di sicurezza, sono i controlli. Sempre nel 2018 sono stati effettuati, tra gli altri, 45 sopralluoghi in aziende e 55 interventi di vigilanza in cantieri edili. C'è poi l'attività di prevenzione, con ispezioni per le pratiche di avvio di produzione, attività di informazione e indirizzo e incontri formativi. In parallelo, annuncia il direttore dell'Istituto, Andrea Gualtieri, si sta lavorando per adeguare la normativa a quella dell'Unione europea.