Logo San Marino RTV

Nuovo prontuario ISS, punto di vista dei sindacati

13 ott 2003
Nuovo prontuario ISS, punto di vista dei sindacati
Si riaccende il dibattito sul prontuario dei farmaci. Domani il consiglio di amministrazione dell’ISS si riunirà in seduta straordinaria. All’ordine del giorno la ridefinizione dei farmaci prescrivibili dopo i depennamenti delle scorse settimane. In particolare si profilerebbe un probabile ritorno, nella lista gratuita, di alcuni prodotti medicinali destinati a bambini e persone anziane. E’ un’eventualità della quale i vertici dell’Istituto discuteranno, sulla spinta delle organizzazioni sindacali. Fra i farmaci in discussione ci sarebbe la Tachipirina, usata soprattutto nei bambini come antipiretico in caso di febbre alta e le pomate per artrosi, largamente utilizzate dagli anziani, insieme ad altri farmaci di largo consumo. “L’impegno della CDLS – dichiara il segretario, Marco Beccari - è quello di allargare la lista gratuita dei farmaci facendo la massima attenzione proprio alle categorie di utenti più deboli”. Il Segretario della CSDL, Giovanni Ghiotti, non nasconde il proprio disappunto e annuncia il suo voto contrario al nuovo prontuario. “Anche in questa nuova stesura – dichiara – non viene previsto il reinserimento di importanti farmaci gratuiti. Non sono state neanche accolte le richieste di emanare le linee guida adottate a livello internazionale per favorire il controllo della spesa farmaceutica e un’assistenza sanitaria mirata”. Il riferimento è ai cosiddetti farmaci sostitutivi o generici, con una precisa indicazione dei principi attivi e non dei singoli marchi. Un metodo che da solo – rilevano le organizzazioni dei lavoratori - consentirebbe di assicurare un minor utilizzo di risorse e un risparmio finale notevole. Sarebbe sufficiente – spiega la CSDL – indicare nel prontuario caratteristiche, principi attivi, finalità terapeutiche, casa farmaceutica e costi dei prodotti. All’orizzonte anche una possibile campagna di informazione per sensibilizzare l’utenza verso l’uso dei sostitutivi.