Logo San Marino RTV

Riccione: inaugurato il nuovo Palacongressi

24 mag 2008
Il taglio del nastro
Il taglio del nastro
Ci sono tutte le autorità istituzionali, religiose, civili, militari per il taglio del nastro del Palazzo dei Congressi: il “tuo”, ricorda la pubblicità dell’ evento. Ma Riccione non si smentisce e accanto alle autorità anche nomi famosi, legati in qualche modo alla città, per nascita, matrimonio o adozione. Una delle poche strutture congressuali in Europa ad essere ubicata nel pieno centro della città. A un passo da tutto. Dopo il taglio del nastro la benedizione del vescovo Francesco Lambiasi. La cerimonia si sposta all’interno con i saluti del presidente della regione, della provincia e del sindaco: “E’ un sogno che si avvera – per il Daniele Imola - fin da quando nel 1999 sono diventato primo cittadino. Una sfida che faceva tremare i polsi e oggi possiamo dire di avercela fatta”. Un’opera costata 56 milioni di euro e che partirà ufficialmente alla fine del mese con miss universo 2008. Dal 1° settembre al 30 novembre ha in programma ulteriori 15 manifestazioni congressuali, per un indotto legato a 75 mila presenze previste che Imola lascia solo immaginare. Il Palacongressi è interamente realizzato in vetro e acciaio e ha come caratteristiche sostanziali la polivalenza della struttura e la modularità degli spazi. Complessivamente è dotato di cinque sale congressuali, modulabili e disposte su due livelli, dedicate alle donne più rappresentative di una tra le più potenti Signorie: i Malatesta. Sale che possono ampliarsi o restringersi a seconda delle esigenze. Un esempio su tutti: tutto il terzo livello, in virtù delle "sedie a scomparsa", può diventare un’area di 1.800 mq.