Logo San Marino RTV

San Marino: tantissimi gli studenti in piazza per il terzo "Sciopero Globale per il Clima"

Oggi, in tutto il Mondo, il terzo “sciopero globale per il clima”. Massiccia la partecipazione in Repubblica. Una delegazione di manifestanti è stata ricevuta dalla Reggenza.

27 set 2019

Bimbi, ragazzi; perfino i piccoli alunni di alcune scuole dell'infanzia. Erano davvero tantissimi, oggi – sul Titano -, i partecipanti allo “Sciopero Globale per il Clima”. Manifestazione allegra e colorata; balli, canti, girotondi. Ma anche messaggi forti, con installazioni per riflettere sugli effetti del riscaldamento globale. Libero spazio alla fantasia nei cartelloni, recanti slogan in italiano ed inglese. Saranno proprio le nuove generazioni – è stato detto – le prime a pagare le conseguenze dei cambiamenti climatici in un futuro non troppo lontano. Buona parte dei partecipanti era arrivata in Piazza della Libertà in marcia, da Borgo Maggiore, al grido di “non abbiamo un altro pianeta”. Numerosi docenti hanno aderito all'iniziativa. E poi rappresentanti del sindacato; e non sono mancati esponenti di varie forze politiche: che hanno abbandonato per un po' gli scranni del Consiglio, per scendere sul Pianello in mezzo agli studenti. Una delegazione di manifestanti, in tarda mattinata, è stata ricevuta per un colloquio privato dalla Reggenza; a testimonianza dell'attenzione, delle Istituzioni, all'impegno sulle tematiche ambientali. Quella di oggi è stata la giornata più importante, di una settimana, per “Friday's for Future San Marino”, densa di iniziative. Tra queste due camminate: per conoscere il territorio, e ripulire dai rifiuti il sentiero della rupe. Imponenti, in tutto il Mondo, i numeri di questa terza edizione del “Global Climate Strike”, ispirato da Greta Thunberg. Con la protesta di milioni di giovani in 27 Paesi: dalla Nuova Zelanda alla Finlandia; dalla Corea del Sud all'Italia.


Foto Gallery

Foto dalla giornata