Logo San Marino RTV

Scuola: ritorno in aula per i bambini con disabilità, primo passo verso la vita di prima

di Mauro Torresi
26 mag 2020

Tornare a un rapporto dal vivo con il proprio insegnante non ha prezzo, specie per gli alunni con disabilità che più di altri hanno sofferto il periodo di isolamento. Per loro si riaprono le porte delle scuole sammarinesi: oggi è stata la volta delle elementari, insieme a nido e infanzia; ieri i ragazzi sono tornati a frequentare le medie.

Si tratta di lezioni uno a uno, con il proprio insegnante e basate sul piano educativo individualizzato, spiegano dal Dipartimento Istruzione. Sono quasi 40 i bambini tornati a scuola e negli asili: nove alle medie, 11 alle elementari e 18 tra nido e infanzia. La risposta delle famiglie alla proposta di tornare in aula è stata “molto buona”, dice Laura Gobbi, direttrice del Dipartimento.

Ogni giorno si lavora per due ore e mezzo, dal lunedì al venerdì, con attività svolte “in tutta sicurezza”. Le istituzioni scolastiche hanno infatti collaborato con quelle sanitarie per definire le linee da seguire. Il personale docente e non docente è stato formato dall’Iss, spiega Laura Gobbi, che definisce una “conquista” il ritorno a scuola dei bambini. Si lavora, dunque, per “ricucire lo strappo” e allontanare gli effetti anche psicologici causati dal periodo di lockdown.

Giovedì prossimo è previsto l’aggiornamento del segretario di Stato Andrea Belluzzi in Commissione Istruzione su evoluzione degli scenari e possibile riapertura degli istituti. Scuole a parte, novità arrivano dal settore del baby-sitting e dell’assistenza alle persone non autosufficienti. L’Iss segnala che tali attività sono ora regolamentate ed è possibile iscriversi all’apposita lista tenuta dalla direzione Cure Primarie.