Logo San Marino RTV

Sindaco di Venezia chiede lo Stato di calamità. Bonaccini, "Emilia Romagna pronta ad aiutare"

di Monica Fabbri
13 nov 2019
foto @ansa
foto @ansa

E' emergenza a Venezia, dove l'acqua alta da record ha provocato ieri anche la morte di un anziano, rimasto fulminato, un'altra persona è deceduta nella stessa isola, forse per cause naturali. La situazione è spaventosa, Tanti i disagi e gravissimi i danni alla Basilica di San Marco. L'acqua non ha risparmiato neppure il teatro la Fenice. “Una devastazione apocalittica e totale, l'80% delle città è sott'acqua” ha detto il Presidente del Veneto Luca Zaia. La marea si sta assestando attorno ai 150 centimetri. In mare il livello ha toccato i 160.

Dal sindaco Brugnaro la richiesta dello stato di calamità. Intanto le scuole restano chiuse mentre i vigili del fuoco hanno dovuto alle numerose richieste di aiuto, soprattutto di anziani e disabili che rischiavano di rimanere intrappolati in casa. Pellestrina, che è una delle isole davanti al mare già devastata dall'alluvione del '66, è completamente sommersa dall'acqua. Il Governo affronterà l'emergenza nel prossimo Cdm, per valutare gli interventi necessari.

Il maltempo ha flagellato ieri anche il Sud. E oggi è allerta arancione in Emilia Romagna, pronta comunque ad aiutare Venezia in questo difficile momento. “Mando un abbraccio ai veneziani e a chi soffre” ha detto il presidente della Regione Stefano Bonaccini. “L'Emilia-Romagna – ha dichiarato - è pronta a fare tutto il possibile, anche con la sua Protezione Civile".