Logo San Marino RTV

Tentata rapina all'Iper: emergono particolari

30 gen 2006
E’ caccia aperta ai banditi che sabato hanno dato l’assalto a un furgone portavalori a Savignano sul Rubicone. I Carabinieri hanno ritrovato il fuoristrada utilizzato per la fuga dai malviventi e sono ancora in corso battute e posti di controllo delle forze dell’ordine. Ma è soprattutto il tipo di azione criminale adottata dai banditi a lasciare sconcertati perché hanno messo in campo una violenza che dalle nostre parti non si era mai vista. Durante l’assalto armato al blindato portavalori la banda, di almeno 4 componenti, ha aperto il fuoco a poche decine di metri dalle tante persone che stavano entrando all’ipermercato e nel parco commerciale Romagna Center. I banditi, armati con fucili a canne mozze e mitragliette, con i volti coperti da passamontagna, hanno bloccato con 2 auto l’ingresso del furgone che stava raccogliendo l’incasso da un grande negozio di materiale elettrico, nell’area che ospita anche il centro commerciale. Alla guida del blindato era la guardia giurata di un istituto di sorveglianza, mentre i due colleghi, che avevano il compito di prendere in consegna il denaro, erano appena risaliti a bordo. L’auto sistemata dietro il blindato è stata data alle fiamme dai banditi che hanno cercato così di fare uscire dall’abitacolo le guardie. L’autista, con una serie di manovre, è riuscito ad eludere la morsa e il blindato è partito a tutta velocità, mentre la banda sparava colpi contro il vetro blindato e in aria. Intanto era già scattato l’allarme. I banditi sono stati costretti a fuggire a mani vuote e a 5 chilometri di distanza hanno abbandonato l’altro mezzo usato per bloccare il furgone, incendiandolo.