Logo San Marino RTV

Tre associazioni dei consumatori sul Titano, ma ancora senza strumenti per poter agire

30 apr 2017
Tre associazioni dei consumatori sul Titano, ma ancora senza strumenti per poter agire
Tre associazioni dei consumatori sul Titano, ma ancora senza strumenti per poter agire - Tornano alla carica per chiedere il completamento delle norme
12 anni di disciplina Quadro in materia di tutela dei consumatori e degli utenti, che ha messo le basi per creare le associazioni dei consumatori, al momento tre, riferite a ciascun sindacato, ma ancora senza la possibilità di incidere. Mancano infatti le leggi attuative, come un codice del consumo, presente in altre realtà come la vicina italia, che 'diano gambe' alle associazioni. La legge quadro del 2005 andava infatti completata – ricorda Augusto Gatti presidente di Asdico – con 5 normative per dare strumenti e certezze ai consumatori. Eppure, in qualche cassetto, è presente già da 4 anni un progetto di legge innovativo e completo a difesa di consumatori e investitori. Che contempla per esempio la possibilità di class action, che darebbe forza agli utenti. “Singolarmente molto è stato fatto, per esempio – ricorda il presidente dello Sportello dei consumatori, Ivan Toni – grazie ad accordi con ditte italiane e compagnie telefoniche come Telecom, che permettono di trovare soluzioni che soddisfino entrambe le parti”. Sul tavolo delle associazioni infatti, arrivano una media di 40 casi l'anno per l'acquisto di beni o servizi non andati a buon fine, come il mancato rispetto delle garanzie di beni acquistati fino ad arrivare a casi più gravi. Acquisti on line che non vengono rispettati, e non sempre di sammarinesi che comprano in Italia. Spiega Toni. “Stiamo seguendo un caso segnalato da Federconsumatori di Bologna per un acquisto on line da una azienda sammarinese che nel frattempo è fallita. E che si concluderà probabilmente in tribunale”.