Logo San Marino RTV

Arlotti: bonus ristrutturazioni, confermato l’effetto positivo

8 giu 2016
Tiziano Arlotti
Tiziano Arlotti
Dopo la battuta d’arresto nel 2015, torna a correre quest’anno la spesa per le ristrutturazioni edilizie abitative e gli interventi per il risparmio energetico degli edifici incentivata dalle detrazioni fiscali del 50 e del 65%. Gli interventi realizzati nel periodo gennaio-aprile 2016 hanno toccato infatti 9,5 miliardi di euro, il secondo valore più elevato dopo il record del 2014 (10,2 miliardi di investimento nel periodo gennaio-aprile e 28,5 miliardi nell’intero anno). Per questi motivi il ministro dell’Economia Pier Carlo ?Padoan, ieri in occasione del seminario “Fare Casa: sostegno al credito e agevolazioni fiscali per l’abitare delle famiglie italiane” organizzato con l’Associazione Bancaria Italiana, ha confermato le intenzioni del Governo di voler proseguire sulla via dell’ecobonus e del credito di imposta per le ?ristrutturazioni.
Lo riferisce il deputato PD riminese Tiziano Arlotti, che ricorda come secondo i dati Cresme ad aprile scorso gli italiani abbiano avviato interventi per oltre 1,9 miliardi di euro, pari al 5% in più rispetto al valore registrato nello stesso mese del 2015, valore che fa salire a 9.546 milioni di euro il bilancio degli investimenti nei primi quattro mesi di quest’anno, +37,9% rispetto allo stesso periodo del 2015.

“La conferma arrivata da Padoan è importante per il nostro territorio – osserva Arlotti -, in cui tutti gli strumenti urbanistici sono approvati e grazie alla legge contro il consumo di suolo e al bonus ristrutturazioni si può spingere forte sugli investimenti. Gli incentivi sono una misura anticiclica a favore della ripresa, delle famiglie e dell’ambiente, e occorre che a livello locale vi sia particolare attenzione da parte delle banche per concedere il credito necessario agli interventi. Con la legge di Stabilità 2016 abbiamo prorogato gli sconti fino al 31 dicembre di quest’anno e i dati sono un chiaro segnale degli effetti positivi sul mercato dell’edilizia”.

Accanto al valore degli investimenti, il Mef ha fornito anche i valori riferiti alle detrazioni godute nell’anno fiscale 2014. Complessivamente, oltre 10,9 milioni di contribuenti hanno detratto oltre 5,8 miliardi. La quota maggiore di detrazioni – 4,098 miliardi – riguarda le ristrutturazioni edilizie, seguite dagli interventi per il risparmio energetico (quasi 1,4 miliardi) e da 98 milioni di euro di detrazioni per l’acquisto di mobili. Le detrazioni per le locazioni valgono 241,7 milioni.