Logo San Marino RTV

Le assemblee di Ravenna e Rimini sanciscono la nascita di Confindustria Romagna

10 giu 2016
Le assemblee di Ravenna e Rimini sanciscono la nascita di Confindustria Romagna
Le assemblee di Ravenna e Rimini sanciscono la nascita di Confindustria Romagna
Le Assemblee di Confindustria Ravenna ed Unindustria Rimini, riunite in forma privata alla presenza della vicepresidente nazionale Antonella Mansi e del presidente regionale Maurizio Marchesini, hanno sancito la nascita di Confindustria Romagna, risultato della fusione delle due territoriali.
Paolo Maggioli, attualmente alla guida dell’associazione riminese, ne è stato nominato presidente. Marco Chimenti, Direttore dell’associazione ravennate, viene indicato come direttore generale. Il Direttore di Unindustria Rimini, Franco Raffi, sarà l'Amministratore Delegato della Società di Servizi e degli Enti di formazione Assoform Rimini Forlì-Cesena e Sestante Ravenna.

Un traguardo importante dopo l'avvio dell’Unione Federativa il 28 ottobre del 2014, caratterizzato da un percorso impegnativo, concreta applicazione della riforma del sistema confindustriale e tra i primi esempi di integrazione tra realtà associative vicine in Italia. Confindustria Romagna si pone l'obiettivo sia di migliorare la relazione con gli associati e la capacità di rappresentanza dei loro interessi a livello locale, regionale e nazionale, sia di contenere i costi organizzativi incrementando l'efficacia e l'efficienza dei servizi.

“Siamo orgogliosi di aver raggiunto l’obiettivo che ci eravamo dati nel 2014 - spiegano Guido Ottolenghi Presidente di Confindustria Ravenna e Paolo Maggioli Presidente di Unindustria Rimini - una soddisfazione che condividiamo con i colleghi presidenti che ci hanno preceduto e che hanno contribuito ad avviare i primi contatti per la fusione, con tutte le imprese e con gli organi associativi che ci hanno sempre sostenuto. Insieme ci adopereremo per rappresentare al meglio le imprese di tutti i settori industriali della Romagna incrementando sempre di più l'integrazione, la condivisione di competenze e l'efficienza dei servizi. Siamo dispiaciuti che l’associazione di Forlì-Cesena non abbia potuto completare oggi con noi il percorso iniziato insieme, ma siamo fiduciosi di poter riprendere quanto prima con loro il lavoro fatto e siamo pronti ad accoglierla al più presto".

"Con molto piacere e grande soddisfazione - commenta Antonella Mansi vicepresidente di Confindustria per l'Organizzazione - ho assistito alle Assemblee che hanno deliberato la fusione di Confindustria Ravenna e Confindustria Rimini in Confindustria Romagna, concludendo e concretizzando il progetto che avevo visto nascere nel 2014 a Castrocaro.
Si tratta di un risultato davvero importante che auspico diventi un volano per l’ulteriore sviluppo del territorio e delle imprese che vi operano.
Questa fusione oltre ad interpretare perfettamente gli obiettivi della riforma del sistema per una rappresentanza ancora più forte e servizi sempre più efficienti, si pone in perfetta coerenza con gli obiettivi che il Presidente Boccia ha enunciato nel proprio programma per una Confindustria che promuove l’innovazione, l’efficienza e l’efficacia in tutte le sue azioni.
Confermo la mia disponibilità personale e quella di Confindustria ad assistere ed affiancare la nuova Associazione nell’implementazione e sviluppo del nuovo assetto organizzativo con l’obiettivo di ampliarlo ad altri soggetti.”

"L'importanza di realizzare le aggregazioni tra Associazioni territoriali previste dalla recente riforma di Confindustria è sempre più evidente - dichiara Maurizio Marchesini Presidente Confindustria Emilia-Romagna - Non è certo solo un adempimento formale che deve spingerci in questa direzione. L'evoluzione dei sistemi economici e dei mercati, la sfida della competitività e dell'efficacia dell'azione dei corpi intermedi nel dialogo con la politica richiedono una sempre più qualificata rappresentanza delle imprese ed un ruolo più incisivo nel contesto politico e sociale. A ciò si deve accompagnare la capacità di mettere a disposizione delle imprese servizi avanzati di qualità che accompagnino i loro processi di crescita e più alti livelli di livelli di efficienza gestionale.
La Romagna lo merita, per la propria energia imprenditoriale, per la storica capacità di tracciare nuovi obiettivi strategici. Per realizzare questi obiettivi occorre una visione di medio-lungo termine e soprattutto una decisa volontà, che non può essere certo condizionata o frenata da localismi o particolarismi oggi assolutamente anacronistici.
Naturalmente, quando parlo di Romagna, penso a tutta la Romagna, perché un'operazione come questa ha il suo naturale completamento in una logica di omogeneità ed unitarietà territoriale”.

L'Assemblea Generale di Confindustria Romagna, intitolata “Il merito dei padri” si terrà giovedì 16 giugno alle 10.30 al Palace Hotel di Milano Marittima, dove interverranno il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia ed il presidente di ABI Antonio Patuelli.
I lavori saranno trasmessi in diretta streaming su Periscope (@ConfindustriaRa) e su Twitter con l’hashtag #meritodeipadri.
Gli interventi dei relatori saranno poi disponibili sul canale YouTube di Confindustria Ravenna.