Logo San Marino RTV

Indipendenza sammarinese: Colpo di Stato, cittadini attenti!

27 lug 2020
Indipendenza sammarinese: Colpo di Stato, cittadini attenti!

È iniziata a San Marino una dittatura che annienta senza remore ogni principio dello stato di diritto: un regime politico, palesemente autoritario, che agisce in violazione di ogni norma costituzionale e di ogni regola democratica, sfruttando arbitrariamente criteri e mezzi illegali per raggiungere scopi che sovvertono l'ordine costituito, le leggi e le istituzioni del nostro stato. Il volere politico ha voluto e vuole prevaricare, spietatamente su tutto e tutti. A nulla è servito il ricorso al Collegio Garante della costituzionalità delle norme per tutelare il ruolo (e il prestigio) del Prof Guzzetta. Non importa che l'organo supremo abbia sentenziato che il Dirigente, anche se non magistrato, debba indiscutibilmente partecipare al consiglio giudiziario con diritto di voto, computandosi tra i membri togati. A nulla è servita la lettera firmata dalla stragrande maggioranza dei magistrati per richiedere un intervento urgente al consiglio d'Europa. Non importa evidenziare che non si rispettano i regolamenti, le direttive e le raccomandazioni europee ed internazionali; ed ora, che si scavalcano le istituzioni sovranazionali: non importa nemmeno attendere un loro riscontro. A nulla è servito invocare un rinvio dell'ultimo consiglio giudiziario plenario. Non importa se la maggioranza dei membri togati non ha partecipato, nonostante la legge preveda che il numero dei membri togati debba sempre essere pari a quello dei membri non togati. Non importa che l'autonomia della magistratura non venga preservata. A nulla sono servite le opinioni e i voti contrari. Non importa dialogare. A nulla è servito che la Commissione Affari Esteri del Senato italiano chiedesse conto delle leggi retroattive contro i giudici. Non importa che l'efficacia retroattiva delle legge n. 1/2020 sia indubbiamente contro ogni principio di diritto. nulla è servito discutere per ritirare un emendamento illegale, infidamente inserito nella legge di bilancio con parvenza di normativa in materia societaria. A nulla sono serviti i richiami della magistratura per poter esercitare il proprio diritto di esprimere opinioni e pareri circa la formulazione e l'approvazione del progetto di legge. Non importa che questa sia stata adottata in spregio alla normale procedura, invocando un' urgenza tutt'ora rimasta priva di valida giustificazione. A nulla è servito il coraggio e la resilienza del nostro illustre dirigente prof Guzzetta. Non importa che già dal 2011 una legge qualificata prevedesse la nomina di un diregente non magistrato, scelto tra personalità esterne di chiarissima fama e comprovata esperienza nell'ambito della direzione di strutture ed organi giudiziari. A nulla potrà mai servire qualcosa perché ai nuovi padroni di San Marino: politici, consulenti e controllori, nulla importa oltre il perseguimento dei propri indicibili interessi ed il raggiungimento dei loro loschi scopi. Vogliono farci credere che alla base delle loro scelte ci sia un "interesse pubblico” che sappiamo tanto ingiustificato quanto inesistente. Per chi ce l’ha resta solo la fede.

Indipendenza Sammarinese