Logo San Marino RTV

Interpellanza del Movimento RETE e Movimento Democratico San Marino Insieme sulla sanità

Possibili ingerenze e pressioni di uomini delle Istituzioni all’interno dell’Ospedale di Stato in particolare legate al settore Anestesiologico

12 ago 2019
Interpellanza del Movimento RETE e Movimento Democratico San Marino Insieme sulla sanità

Con riferimento al rispetto della Privacy della degenza ospedaliera, del rispetto del codice deontologico nel campo medico, ma soprattutto del rispetto, della tutela e della cura della salute di tutti gli assistiti ISS, preoccupati di voci insistenti all’interno del nosocomio Sammarinese di possibili violazione della Privacy su pazienti e di possibili pressioni più o meno velate verso la Dirigenza Iss e verso alcuni Medici Anestesisti per la sostituzione dell’attuale Primario Dott. Monachese; sì interpella il Governo per conoscere 1) Se risponda al vero che si sia tenuta una riunione, all’interno dell’ospedale, tra tutti gli anestesisti, e in caso di risposta affermativa: a) in che locali si sia tenuta, in che orario e in quale data; b) chi ha organizzato la riunione inviando gli inviti; c) per quali ragioni non fosse invitato il primario dott. Monachese. 2) Se il Segretario per la Sanità Franco Santi, il Direttore Generale Andrea Gualtieri e/o il Direttore Amministrativo Sandro Pavesi fossero stati messi al corrente di tale riunione, e in tal caso se e chi avesse/avessero fornito il nulla osta affinché si potesse tenere nei locali dell’ospedale. 3) Se risponde al vero che in detta riunione, assente –perché non invitato- il primario Dott. Monachese, gli anestesisti abbiano discusso della sostituzione imminente dello stesso Dott. Monachese. 4) Se risponde al vero che a questa riunione abbiano partecipato anche anestesisti attualmente in aspettativa dall’ISS, dunque a tutti gli effetti non in servizio. In caso di risposta affermativa: a) chi fossero questi dipendenti in aspettativa e a quale titolo quindi hanno partecipato; b) se il Congresso di Stato ritiene legittimo che dipendenti in aspettativa frequentino riunioni nei locali dell’ospedale in cui si discute del servizio e dei pazienti interni all’ISS. 5) Se risponde al vero che un anestesista attualmente in aspettativa, che ricopre ruoli istituzionali, abbia partecipato a tale riunione e abbia a lungo tenuto la parola dichiarando la propria autocandidatura come primario del reparto in un concorso che si sarebbe dovuto tenere a settembre prima della fine di questa legislatura, presentando le sue predizioni come un dato di fatto già deciso, e in caso di risposta affermativa quali ragioni di interesse spingano tale ex-dipendente a auspicare che detto concorso debba avvenire “prima della caduta della legislatura”: se dunque si possa ritenere che in tale evenienza possano venir distorti gli esiti del concorso in favore dell’ex dipendente in aspettativa con ruoli istituzionali;