Logo San Marino RTV

PREMIO EMMA ROSSI 2.0, il regolamento

7 mag 2017
PREMIO EMMA ROSSI 2.0, il regolamento
Finalità
L’Associazione Emma Rossi intende richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sulla qualità ambientale, al fine di proporre uno sguardo sul Territorio della Repubblica con un’ottica che abbracci ogni aspetto, caratteristica, percezione, esperienza, relazione umana e memoria costituenti l’ambiente antropizzato, sia esso quello costruito che quello naturale, visti dunque come un sistema unico ed inscindibile nei suoi singoli caratteri costitutivi.
In coerenza con le finalità di cui all’articolo 2 del proprio Statuto, l’Associazione ha pertanto deliberato di dedicare al tema dell’ambiente la seconda edizione del Premio Emma Rossi, che sarà organizzato come “Concorso di Idee”.
L’obiettivo è stimolare e raccogliere idee progettuali e concettuali, di trasformazione innovativa, applicabili alla realtà del vivere a San Marino, che provengano da giovani sammarinesi o di altri Paesi, impegnati anche professionalmente in questi ambiti.
Il Concorso è aperto a proposte che possano produrre cambiamenti “positivi” in aree del Territorio Sammarinese con problematicità ambientali, sia architettonico/urbanistiche che culturali, sociali o naturalistiche, ed è rivolto a giovani che abbiano competenze in ambito architettonico ed urbanistico, ma che possano aggregare anche competenze antropologiche e culturali, economiche e di sostenibilità ambientale, organizzandosi in gruppi di lavoro multidisciplinari.
Nell’intento di raccogliere dal Concorso, idee e proposte che possano essere un contributo effettivo nei processi di modificazione del Territorio, è richiesto ai partecipanti di fornire, unitamente alla proposta progettuale, concreti elementi di fattibilità anche innovativi, indicazioni sommarie sui costi di realizzazione ed, eventualmente, sulle possibili modalità di finanziamento.

Obiettivi del Concorso
Le proposte, devono tenere conto di almeno uno dei seguenti obiettivi:
A: risanamento e riqualificazione di aree e/o contesti di “crisi” ambientale e/o di vivibilità in ambito urbano o extraurbano;
B: miglioramento della qualità del decoro urbano ed ambientale;
C: riuso e rifunzionalizzazione di aree e/o di strutture edilizie esistenti, per finalità di interesse pubblico;
D: accrescimento della capacità di resilienza urbana;
E: potenziamento dei servizi in generale (è auspicata un’attenzione particolare per i servizi sociali, culturali, educativi e didattici)
F: promozione dello sviluppo della mobilità sostenibile pubblica e privata.


Forum on line
Nella convinzione che gli aspetti di “crisi” ambientale non siano solo quelli individuati da tecnici o addetti alle discipline territoriali, ma che a volte si celino dietro carenze di natura più complessa e diversificata, e che il coinvolgimento dei cittadni in prima persona sia non solo garanzia di partecipazione democratica, ma anche condizione per un effettivo miglioramento dell’ambiente di vita, l’Associazione Emma Rossi promuove un “forum on line”, aperto a tutti i cittadini che, utilizzando la piattaforma https://it.pinterest.com/premioemmarossi, potranno intervenire con fotografie o scritti brevi per segnalare aree, ambiti, situazioni che, collocati entro il Territorio della Repubblica di San Marino, manifestino degrado, criticità o deficienze tali da compromettere la qualità ambientale e la vivibilità.
L’avvio del Forum ha preceduto la pubblicazione del presente Bando di Concorso, essendo concepito anche quale opportunità di conoscenza e di confronto per i partecipanti al Concorso, chiamati ad esprimere proposte di soluzione che si riferiscano a situazioni problematiche da loro stessi individuate o segnalate nell’ambito del Forum stesso.

CONCORSO DI IDEE
Art. 1
Tipo di procedura e iscrizione
Per le procedure di iscrizione al Concorso e per i rapporti fra l’Associazione Emma Rossi, in quanto Ente banditore del Concorso ed i concorrenti, sarà utilizzata esclusivamente la via telematica, attraverso posta elettronica all’indirizzo premioemmarossi2.0@gmail.com.
L’iscrizione al Concorso avviene a mezzo e-mail nella quale va presentata domanda, indicato il nominativo del concorrente o del capogruppo, nel caso di partecipazione in gruppo, ed il suo recapito con indirizzo postale e numero telefonico.
Alla stessa casella di posta potranno essere indirizzati i quesiti secondo la tempistica indicata al successive art. 9.
Per ogni comunicazione diretta ai concorrenti, l’Associazione Emma Rossi utilizzerà unicamente l’indirizzo e-mail dagli stessi utilizzato per l’iscrizione.

Art. 2
Documentazione
Per le basi di lavoro il concorrente può avvalersi delle fonti topografiche e/o fotografiche reperibili in rete e delle basi cartografiche disponibili nel sito http://www.territoriorsm.sm.
Costituisce possibile documentazione per l’elaborazione delle proposte il materiale che il concorrente potrà raccogliere dal Forum on line di cui al sito https://it.pinterest.com/premioemmarossi/ nel quale si trovano i contributi di quanti hanno ritenuto di segnalare aree e situazioni di crisi ambientale nel Territorio della Repubblica di San Marino. Tali contributi saranno disponibili alla data di emissione del presente Bando e potranno essere aggiornati ed integrati fino alla data di scadenza dell’iscrizione al Concorso.
I concorrenti stessi possono portare il proprio contributo di segnalazione all’interno del “Forum”

Art. 3
Soggetti ammessi alla partecipazione
Sono ammessi a partecipare gli studenti, i liberi professionisti e i lavoratori subordinati, nel rispetto delle norme che regolano il rapporto di impiego, di età inferiore o pari a 35 anni alla data di pubblicazione del presente Bando. Il vincolo è applicato a tutti i componenti del gruppo. Al fine di ottenere sintesi propositive elaborate in un’ottica ampia e ricca di spunti di largo respiro, è preferita la partecipazione di gruppi interdisciplinari, composti da figure non solo legate alla materia architettonica o urbanistica.
Nel caso di raggruppamento anche temporaneo, deve essere nominato un Capogruppo, unico responsabile e referente nei confronti dell’Associazione Emma Rossi quale Ente banditore.
Il raggruppamento costituisce un'entità unica ai fini del Concorso e la paternità della proposta progettuale espressa verrà riconosciuta a tutti i componenti del raggruppamento.
E' fatto divieto di partecipare al Concorso, a qualsiasi titolo (capogruppo o membro del gruppo), in più di un raggruppamento, ovvero di partecipare anche in forma individuale qualora si sia preso parte al Concorso medesimo in raggruppamento.


Art. 4
Cause di incompatibilità
Non possono partecipare al Concorso in quanto incompatibili coloro che hanno contribuito alla stesura del presente Bando, i loro coniugi e i loro parenti fino al terzo grado compreso e chiunque abbia in corso con loro un rapporto notorio. Si intende per rapporto notorio quella situazione di condivisione, anche del medesimo ambiente di lavoro, che abbia dato luogo ad una reciproca compenetrazione delle rispettive attività professionali dal punto di vista tecnico-organizzativo. Non possono, altresì, partecipare al concorso i soggetti che, alla data di pubblicazione del presente Bando, hanno un rapporto di collaborazione, di qualsiasi natura, con l'Associazione Emma Rossi. L'incompatibilità è estesa ai coniugi e ai parenti fino terzo grado compreso.
Non possono partecipare al Concorso in quanto incompatibili coloro che sono coniugi, conviventi, parenti e affini, fino al terzo grado compreso, dei componenti della Commissione Giudicatrice o che siano i loro dipendenti o datori di lavoro e coloro che abbiano in corso con loro un rapporto di lavoro o altro rapporto notorio, così come definito in precedenza.
Tutti i concorrenti sono ammessi al Concorso con riserva di accertamento delle eventuali cause di incompatibilità.

Art. 5
Accettazione del Regolamento
Con l’iscrizione al Concorso i concorrenti accettano, senza riserva alcuna, tutte le norme contenute nel presente Bando.
L'inosservanza di quanto in esso stabilito comporta l'automatica esclusione dal Concorso.

Art. 6
Quesiti
I concorrenti possono presentare richieste di chiarimenti esclusivamente mediante e-mail allo stesso indirizzo utilizzato per l’iscrizione.
I chiarimenti, anche in forma sintetica, saranno trasmessi a tutti i concorrenti entro il 6 dicembre 2017.

Art. 7
Elaborati richiesti
La proposta ideativa dovrà essere sviluppata con gli elaborati seguenti:
• n. 1 (una) relazione descrittiva, utile ad illustrare i criteri delle scelte progettuali in relazione agli obiettivi previsti dal Bando, le caratteristiche dell’intervento, i criteri, le modalità e i procedimenti per una reale fattibilità ed una stima sommaria dell’impegno economico dell’intervento. Dovrà essere contenuta in n. 10 cartelle in formato UNI A4 con orientamento in senso verticale, comprensiva di testi ed immagini;
• n. 1 (una) tavola nel formato UNI A1, con orientamento in senso orizzontale o verticale, contenente rappresentazioni grafiche, immagini, testo e quant’altro utile a descrivere l’idea progettuale. La modalità di composizione della tavola è libera e dovrà contenere tutte le indicazioni ritenute necessarie ad una comprensione esatta delle proposte presentate, nella scala ritenuta più idonea dal concorrente.
Tutti i files dovranno essere in formato PDF, essere stampabili e non dovranno eccedere la dimensione di 9 MB ciascuno.
Non sono ammessi elaborati ulteriori o diversi da quelli indicati dal presente Bando.

Art. 8
Modalità e termine per la partecipazione al concorso - Presentazione degli elaborati
Unitamente agli elaborati di cui all’articolo precedente, dovranno essere trasmessi i seguenti documenti: le generalità, la firma, i documenti del concorrente o dei concorrenti in caso di partecipazione in gruppo.
I documenti da allegare sono:
-dichiarazione firmata con le generalità di ogni singolo concorrente;
-dichiarazione firmata di ciascun concorrente della materia o disciplina esercitata nell’ambito della proposta progettuale e dell’eventuale titolo di studio relativo e/o iscrizione ad albo professionale;
-nomina firmata da parte dei componenti del gruppo, del concorrente delegato a rappresentare il gruppo stesso, con funzione di capogruppo;
-dichiarazione firmata da parte di ciascun concorrente di trovarsi nelle condizioni per la partecipazione previste all’art. 3 e di non rientrare nei casi di incompatibilità previsti all’art. 4 del presente Bando.
Non sono ammesse forme di partecipazione con modalità diverse da quelle descritte, a pena di esclusione.
Gli elaborati dovranno pervenire via e-mail all’indirizzo di cui all’articolo 1, entro le ore 12.00 del giorno 31 marzo 2018, a pena di esclusione.
Il mancato rispetto delle norme del presente Bando costituirà causa di esclusione dal Concorso.

Art. 9
Calendario del Concorso
Le principali scadenze del Concorso, sono le seguenti:
6 maggio 2017 pubblicazione del Bando;
6 ottobre 2017 scadenza dell’iscrizione al Concorso e conclusione del “Forum on line”;
6 novembre 2017 presentazione dei quesiti;
6 dicembre 2017 pubblicazione delle risposte ai quesiti;
31 marzo 2018 ricezione delle proposte ideative;
30 aprile 2018 conclusione dei lavori della Commissione Giudicatrice

L’ Associazione Emma Rossi potrà prorogare i termini di cui sopra, in via eccezionale, al solo scopo di conseguire un generale vantaggio per il miglior esito del Concorso. L’eventuale provvedimento di proroga sarà pubblicato e trasmesso via e-mail ai concorrenti iscritti.

Art. 10
Segreteria Tecnica - Commissione Giudicatrice
Per le attività a supporto del Concorso, l’Associazione Emma Rossi può istituire una Segreteria Tecnica, al fine di:
-espletare un’istruttoria tecnica di controllo sulla rispondenza degli elaborati e dei documenti alle prescrizioni del Bando;
-trasmettere copia del presente Bando a quanti ne facciano richiesta;
-curare i rapporti con i partecipanti gestendo i quesiti inviati e le relative risposte;
-assistere e verbalizzare il lavoro della Commissione Giudicatrice.

La Commissione Giudicatrice sarà composta da n. 5 membri effettivi.
Sono membri effettivi:
Arch. ANDREAS KIPAR (Presidente)
Arch. OTTAVIO DI BLASI
Arch. MICHELE ZANNONI
Arch. STEFANIA ROSSL
Arch. GINO ZANI in rappresentanza dell’Associazione Emma Rossi.

Gli stessi membri effettivi indicano i rispettivi membri supplenti.
La Commissione Giudicatrice, per lo svolgimento dei propri compiti, potrà avvalersi del supporto della Segreteria Tecnica, i cui componenti non hanno diritto di voto.
La Commissione Giudicatrice dovrà concludere i propri lavori entro il 30 aprile 2018.
Le riunioni della Commissione Giudicatrice sono valide solo in presenza di tutti i componenti effettivi.
Qualora un membro effettivo sia impossibilitato a presenziare, dovrà comunicarlo tempestivamente. In tal caso egli decadrà e sarà sostituito in via definitiva dal corrispondente membro supplente.
Sarà compito del Presidente della Commissione ragguagliare il componente supplente e subentrante sui lavori svolti in precedenza.
I componenti della Commissione Giudicatrice non potranno successivamente ricevere alcun tipo di affidamento o incarico professionale collegato all’oggetto del concorso, sia in forma singola sia in forma di gruppo.
Nella sua prima seduta la Commissione Giudicatrice definirà la metodologia dei propri lavori, riferendosi unicamente ai criteri specificati nell’allegato al bando.
Al termine dell’esame degli elaborati e della definizione della graduatoria e delle eventuali menzioni, la Commissione procederà alle necessarie verifiche sui requisiti e sulla documentazione amministrativa e le incompatibilità.
I lavori della Commissione Giudicatrice sono riservati; degli stessi saranno redatti verbali delle singole riunioni, sottoscritti da tutti i componenti, custoditi agli atti dell’Associazione Emma Rossi. A conclusione dei lavori, la Commissione redigerà il verbale finale contenente una graduatoria, con le relative motivazioni e le eventuali menzioni particolari, consegnando gli atti dei propri lavori all’Associazione Emma Rossi, con obbligo di riservatezza sui risultati deliberati.
Non possono far parte della Commissione Giudicatrice, anche come supplenti: i concorrenti, i loro coniugi o conviventi e i loro parenti e affini fino al terzo grado compreso; i datori di lavoro e i dipendenti dei concorrenti e coloro che abbiano in corso con loro un rapporto di lavoro o altro rapporto notorio, così come definito in precedenza (v. art. 4).

Art. 11
Lavori della Commissione Giudicatrice

La Commissione Giudicatrice, previa esclusione delle proposte non conformi al presente Bando, e nel rispetto della metodologia dei lavori di cui agli articoli precedenti, valuterà collegialmente le proposte ammesse sulla base degli obiettivi esplicitati, tenendo conto degli elementi di valutazione di seguito indicati:

1. aspetti compositivi e formali della proposta;
2. aspetti relazionali e funzionali della proposta;
3. capacità di valorizzazione dell’area scelta;
4. aspetti di rivitalizzazione, valorizzazione e sostenibilità sociale ed ambientale;
5. criteri e strumenti economici di fattibilità e loro eventuale livello innovativo.

Le decisioni della Commissione Giudicatrice sono inappellabili.

Art. 12
Proclamazione del vincitore
L’Associazione Emma Rossi proclamerà il vincitore del Concorso e darà lettura della graduatoria, in occasione di un evento pubblico da organizzarsi entro il 15 giugno 2018.
Il giorno, l'ora e il luogo dell’evento saranno comunicati ai concorrenti, pubblicati tramite il sito Internet dell’Associazione e tramite stampa.

Art. 13
Premi e menzioni - Proprietà degli elaborati
Il Concorso si concluderà con una graduatoria di merito. Al concorrente redattore della proposta ideativa classificata al primo posto sarà attribuito un Premio di 5.000,00 (cinquemila) euro.
La liquidazione del Premio avverrà in occasione dell’evento organizzato per la proclamazione dei risultati.
Nel caso di raggruppamenti, il Premio verrà liquidato esclusivamente al soggetto indicato quale capogruppo nella domanda di iscrizione o, in caso di impossibilità, ad un suo rappresentante con delega scritta.
La Commissione Giudicatrice potrà assegnare speciali menzioni alle proposte ideative ritenute meritevoli di riconoscimento.


Art. 14
Privacy
A norma delle disposizioni vigenti ed in particolare dell’art. 4 della Legge 23 maggio 1995 n.70 i dati personali acquisiti saranno utilizzati ai soli fini del presente Concorso. Ai concorrenti è riconosciuto il diritto di accesso ai propri dati, di richiederne la correzione e l’integrazione.
L’Associazione Emma Rossi si riserva la facoltà di effettuare controlli nei casi in cui sorgessero dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni rese ai fini della partecipazione al Concorso.

Art. 15
Mostra e pubblicazione delle proposte
L’Associazione Emma Rossi si impegna a presentare l'iniziativa alla stampa sammarinese ed italiana e a valorizzare i risulti del Concorso attraverso le azioni che riterrà più opportune.
In particolare, si impegna a pubblicare gli elaborati delle proposte ammesse in graduatoria sul sito http://associazioneemmarossi.org e sulla propria pagina FaceBook, sul sito https://it.pinterest.com/ e in altre eventuali forme da definire. L’Associazione si riserva, altresì, l’opzione di esporli in una o più mostre.
Con la partecipazione al Concorso i concorrenti autorizzano l’utilizzo degli elaborati consegnati per tutte le finalità descritte nel presente articolo e danno il loro consenso affinché l’Associazione Emma Rossi possa utilizzare gli elaborati in altre iniziative e/o pubblicazioni future.


Art. 16
Lingua
La lingua ufficiale è l’italiano.