Logo San Marino RTV

I Carabinieri di Riccione scoprono tre presunti truffatori di anziani

3 mar 2016
I Carabinieri di Riccione scoprono tre presunti truffatori di anzianiCarabinieri scoprono truffatori di anziani
Carabinieri scoprono truffatori di anziani - Al microfono il TEN.COL GIacomo Campus - Comando Reparto Operativo Rimini
Denunciati a piede libero dai carabinieri tre uomini di 40, 37 e 33 anni tutti del Napoletano per truffa ai danni di anziani e ricettazione. I tre identificati e denunciati dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Riccione sono stati bloccati ieri sera nell'ambito di una mirata attività di controllo del territorio, associata ad una vasta campagna informativa. I militari hanno controllato uno dei tre napoletani notato a bordo di un'utilitaria, lungo la via Romagna a Cattolica. Insospettati dall' atteggiamento dell'uomo i carabinieri hanno perquisito l'uomo, napoletano, trovandolo in possesso di una fede nuziale in oro giallo, una in oro bianco e una catenina in oro bianco con medaglietta della madonna. Consultando le banche dati, i carabinieri di Rimini hanno scoperto in collaborazione con la Compagnia di Civitanova Marche che quegli stessi oggetti erano stati rubati ad una donna di 78 anni. L'anziana, nel frangente, veniva contattata telefonicamente da un sedicente appartenente all'Arma dei Carabinieri che preannunciava il successivo arrivo presso la sua abitazione di un avvocato - poi riconosciuto dalla donna come il napoletano fermato a Cattolica - che avrebbe dovuto procedere al ritiro di monili e/o di denaro contante per una somma minima di euro 3.000 quale 'cauzione' per il rilascio della figlia trattenuta presso un Comando Arma. Al momento del controllo di ieri sera a Cattolica il napoletano è stato trovato anche in possesso della chiave della stanza di un residence dove i carabinieri hanno trovato altro materiale rubati: 2 ciondoli in oro; 5 catenine in oro munite di relativi ciondoli; 2 fedine in oro giallo; 2 medagliette in oro giallo, 1 anello in oro. Il napoletano divideva la camera con altri due concittadini che sono stati denunciati per ricettazione. Infine con riferimento alle 2 fedine nuziali e a due delle catenine in oro rinvenute, i carabinieri hanno accertato, in coordinamento con i Carabinieri della Compagnia di Modena, che gli stessi erano stati provento di truffa perpetrata, il primo marzo, con modalità similari in danno di una donna anziana di 80 anni derubata anche in questo caso di 3.000 euro.

Nel servizio l'intervista al TEN.COL GIacomo Campus - Comando Reparto Operativo Rimini