Logo San Marino RTV

Allerta: donna investita e uccisa a Marsiglia. In Europa è caccia all'autista della rambla

21 ago 2017
Auto contro fermate del bus a Marsiglia
Auto contro fermate del bus a Marsiglia
A Marsiglia una donna di 41 anni è morta dopo essere stata investita da un'auto che si è lanciata a tutta velocità contro due fermate dell'autobus. E' successo poco dopo le 9 questa mattina. Il responsabile, un uomo di 35 anni, era già noto alle forze dell'ordine per reati come furto, spaccio e detenzione illegale di armi. Il procuratore di Marsiglia ha escluso l'ipotesi terroristica. Il 35enne avrebbe problemi psichiatrici.

Intanto è stata estesa in tutta Europa la caccia a Younes Abouyaaquoub, il 22enne ritenuto l'esecutore della strage sulla rambla di Barcellona. Le indagini proseguono ed emergono nuovi dettagli ed immagini. In base alle ultime informazioni, l'autista-killer sarebbe scappato a piedi subito dopo l'attacco, dileguandosi tra la folla. Avrebbe poi rubato un'auto uccidendo l'autista, forzato un posto di blocco e sarebbe riuscito a fuggire. Le ricerche proseguono soprattutto in Spagna e Francia.

Sempre a Barcellona, è in corso un'operazione di polizia per il ritrovamento di un pacco sospetto a bordo di un autobus.
Il bilancio ufficiale delle vittime degli attentati di Barcellona e Cambrils la settimana scorsa è di 15 morti. Lo ha detto oggi il ministro degli Interni catalano, Joaquim Font. La polizia ha infatti stabilito che Pau Perez, il giovane trovato morto all'interno di un'auto che aveva forzato un posto di blocco sulla Meridiana poco dopo la strage della Rambla, è stato ucciso dal terrorista Younes Abouyaaqoub, in fuga dopo l'attentato.

mt