Logo San Marino RTV

Rimini, Caterina Balivo a processo diffamazione estetiste

9 giu 2016
Caterina Balivo
Caterina Balivo
Dagli studi Rai al tribunale di Rimini per un processo per diffamazione aggravata. Protagonista la conduttrice Caterina Balivo che, nel marzo del 2009, durante una puntata di Porta a Porta di Bruno Vespa, aveva espresso opinioni ritenute lesive dalla categoria delle estetiste.

"Si parlava di bellezza femminile - ha ricordato Balivo, che oggi era in aula davanti al giudice monocratico - ed ero stata invitata perché conduco un programma 'Detto Fatto' sulla Rai che si avvale di esperti in diversi campi”. Settore estetico compreso. Secondo l'associazione Confestetica di Rimini, la conduttrice aveva affermato che tutte o quasi tutte le estetiste fanno uso di siringhe per praticare trattamenti chirurgici, come le iniezioni di collagene e botulino senza poterlo fare.

L'associazione, parte lesa nel procedimento, aveva iniziato a ricevere molte telefonate allarmate da parte degli operatori estetici. "In tutti questi anni non abbiamo fatto altro che aspettare le sue scuse. A noi - ha dichiarato all'Ansa Roberto Papa, segretario nazionale di Confesteica - sarebbe bastato, tanto che non ci siamo costituiti parte civile con richiesta di risarcimento”.

Questa mattina, Balivo si è difesa spiegando che quelle parole non erano contro chi pratica i ritocchi, ma contro “le donne che ne fanno uso”. Il giudice ha quindi aggiornato l'udienza al 7 ottobre. Sempre l'Ansa riporta che, a fine udienza, la conduttrice ha reagito male ad alcune immagini scattate da un fotografo di una testata locale, tentando di prendere la macchina e chiedendo al giudice di vedere gli scatti. Il giudice lo ha fatto identificare e il fotografo ha poi presentato denuncia ai Carabinieri.