Logo San Marino RTV

Rimini: fermata banda di ladri di etnia rom

6 dic 2012
Identificata e fermata la banda di ladri di etnia rom
Identificata e fermata la banda di ladri di etnia rom - Capaci di compiere anche 4 o 5 furti al giorno, i componenti erano lesti ad oltrepassare il confine...
Il maresciallo di Riccione Pietro De Donno ha rimediato una frattura al naso ed un vistoso occhio nero. Ma ha ricevuto l'encomio dal suo Corpo per aver tentato di fermare i ladri che nella notte tra sabato e domenica avevano tentato l'assalto alla colonnina del distributore Q8 di Vergiano. I malviventi lo avevano schiacciato tra il furgone con cui sono poi fuggiti e il mezzo di servizio dei carabinieri. La fuga però è durata poco, l'uomo, 26 anni bosniaco, pluripregiudicato, domiciliato in un campo nomadi, è stato fermato il giorno dopo insieme alla moglie mentre faceva benzina a Corpolò. Dopo le perquisizioni è stata ritrovata merce per 50mila euro. I ladri erano piuttosto attivi sul territorio e sfuggivano alle forze dell'ordine italiane perché si rifugiavano nella vicina Repubblica di San Marino.
La banda era specializzata in furti di auto e furgoni, che poi servivano per abbattere recinzioni di abitazioni private o aziende al confine con San Marino, opportunamente segnate con delle “X”.
[Nel servizio l'intervista ad Antonio De Lise comandante compagnia Riccione]

Francesca Biliotti