Logo San Marino RTV

Stalking: Gessica Notaro in aula con l'ex

27 apr 2017
Gessica NotaroStalking: Gessica Notaro in aula con l'ex
Stalking: Gessica Notaro in aula con l'ex - Primo incontro in tribunale tra Gessica Notaro e Edson Tavares, accusato di averla sfregiata con l'a...
Entra in Tribunale a testa alta Gessica Notaro, forte dell'appoggio del suo avvocato Alberto Alessi e del sostegno dei familiari, collaboratori e amici più stretti. In aula si celebra la prima udienza del processo per stalking contro Edson Tavares, il 29enne capoverdiano in carcere perché accusato – ma in altro procedimento - di aver sfregiato con l'acido la 27enne riminese. Presente anche l'imputato: si tratta del loro primo incontro dalla sera dell'aggressione avvenuta il 10 gennaio scorso. Gessica si è volutamente presentata a viso scoperto, dopo averlo fatto di recente anche al Maurizio Costanzo Show, mostrando le gravi lesioni che la sostanza acida e la furia cieca di chi l'ha assalita, le hanno procurato. Più volte si è girata verso l'ex fidanzato, apparso invece freddo e impassibile. Il giudice ha vietato foto e riprese ma ha stabilito che l'udienza fosse a porte aperte. I difensori del capoverdiano, Andrea Tura e Riccardo Luzi, propendevano invece per l'udienza a porte chiuse per tutelare gli interessi del figlio minorenne del giovane avuto da una precedente relazione.

Intorno alle 10 la ragazza si è però sentita male ed è stata riaccompagnata a casa. Ascoltati diversi testimoni, tra cui l'attuale fidanzato di Gessica, Allen Linares, 37 anni cubano, punto saliente dell'udienza di oggi. Vedendolo, pare che Tavares abbia reagito scuotendo più volte la testa e sorridendo nervoso a denti stretti. “Fu proprio la relazione con il ragazzo – riporta l'Ansa - a scatenare la gelosia e la rabbia dell'imputato”. Linares ha ricostruito gli episodi legati all'accusa di stalking tra cui le ripetute minacce di morte subite in prima persona, i numerosi messaggi e le telefonate sul cellulare di Gessica. Poi il racconto della notte dell'aggressione dell'acido. "Gessica aveva sempre paura di un colpo di testa o un atto folle di Eddy - ha riferito - tanto che quella sera prima di lasciarla a casa abbiamo controllato che la sua auto non fosse nei paraggi. Quando l'ho vista entrare nel cancello del parcheggio condominiale sono andato via. Quindici minuti dopo la chiamata con la richiesta di andare al pronto soccorso perché Eddy le aveva gettato dell'acido in faccia".

sp