Logo San Marino RTV

Puntoshop, Merlini (CSdL): "Speriamo vadano in porto le operazioni che consentirebbero all’azienda di ripartire"

31 dic 2010
La sede della Puntoshop a Serravalle
La sede della Puntoshop a Serravalle
Un Natale senza tredicesima per i 60 dipendenti della Puntoshop. La conferma arriva dalla CSdL: “Purtroppo era prevedibile – commenta il segretario della FULI, Enzo Merlini – poiché l’attività dell’azienda si sta lentamente riducendo” da quando la proprietaria Omega, fallita in Italia, ha avviato le procedure di dismissione della società. “L’auspicio – osserva Merlini – è che vadano in porto le operazioni per ripartire a pieno regime”. La situazione è in mano ad un pool di curatori che stanno vagliando alcune manifestazioni di interesse per l’acquisizione. Quattro quelle ufficiali: della Modulor Real Estate srl; della 8mila srl; dalla DMC Direct Marketing Company spa, l’unica sammarinese; e dal ragionier Franco Botteghi che ha inviato la lettera per conto di clienti. Ce ne sarebbe anche una quinta, ancora in attesa di essere valutata. Scongiurata al momento l’ipotesi di riduzione del personale, l’intenzione dei curatori è infatti quella di mantenere tutti i posti di lavoro, senza smembrare l’azienda. Le richieste di acquisizione saranno, pertanto, vagliate in tal senso. “Dopotutto – ricorda, infine, Merlini - siamo ancora in una fase iniziale. Adesso serve qualcuno che garantisca la continuità, mantenga l’azienda operativa, compia investimenti. Capace, insomma, di trainare all’asta definitiva, che si terrà presumibilmente tra 3-4 mesi, un’azienda ancora appetibile sul mercato”.

Silvia Pelliccioni