Eurolega: vincono Barcellona, Fenerbahce, Olympiacos e CSKA

5 gen 2019
Eurolega: vincono Barcellona, Fenerbahce, Olympiacos e CSKA - La classifica di Eurolega comincia a parlar chiaro col gruppone di 5 squadre per due posti nei play...
La classifica di Eurolega comincia a parlar chiaro col gruppone di 5 squadre per due posti  nei playoff. Il Barcellona che non voleva finirci dentro sbrana e conferma il sesoto posto. La partita di Milano mercoledì prossimo assomiglia già a un vero e proprio spareggio. Nel frattempo col Darussafaka è poco più di un allenamento. Attacco turco incapace di avvicinarsi a canestro e tiri da 3 come unica soluzione offensiva praticabile. Le prima due bombe sono entrate, poi addio. Col passare del tempo, la difesa di casa ha sterilizzato l'attacco ospite, e per la squadra turca è scesa la notte. Dall’altra parte, invece, il repertorio offensivo del Barcellona è stato messo in mostra in tutta la sua brillantezza, con un gioco piacevole, una manovra fluida e una grande concretezza. MVP Heurtel, ma un po' tutto il Barcellona ha surclassato i turchi spazzati via 97-65.

Alla Ulker Sports Arena di Istanbul il Fenerbahce ci mette 20 minuti ad abbattere Baskonia. Gli spagnoli reggono un tempo grazie agli ottimi Shields e Janning: dall’altra parte, però, un indemoniato Melli infila 5 punti di fila alla fine del quarto per dare un vantaggio di sette punti. Nella ripresa il Baskonia crolla e tocca addirittura il -21 anche a causa delle 3 bombe consecutive del miglior tiratore dall’arco di tutta l’Eurolega, Marko Guduric, seguite dai petardi di Datome e Sloukas. I turchi aprono a rotazioni ampie e alla fine il Baskonia rientra ancora grazie a Shields e Hilliard fino al -1 (80-79 al 34?). Saranno fondamentali 5 punti di fila di Guduric a due minuti dalla fine che allarga la forbice fino al +8, ritardo che poi i baschi non recuperano pi chiudendo 96-87.

Grandissima intensità, come era facile da pronosticare alla vigilia e comunque l'infuocatissimo derby di Atene non può essere mai una partita normale. L’Olympiacos di coach David Blatt domina contro il Panathinaikos di Rick Pitino. La squadra di Blatt chiude già il primo tempo avanti di 16 punti e ottiene il successo finale per 79-65.Prova sontuosa di Nikola Milutinov, autore di una doppia-doppia da 18 punti e 18 rimbalzi. Ci sono 18 punti anche per Strelnieks. Al Pana non bastano i 13 punti conditi da 7 assist di Nick Calathes.

Il grande classico dell’Est Europa va alla corazzata russa, ma davanti al proprio pubblico lo Zalgiris ha venduto cara la pelle. Sotto subito di 13 punti grazie a otto punti consecutivi di Hackett, prima del canestro di Davies a chiudere il primo periodo. Le cose non cambiano nel secondo quarto e il CSKA controlla senza problemi, sempre tra gli 8 e 13 punti di vantaggio. La svolta arriva dopo l’intervallo con i baltici che trovano la via del canestro dalla lunga distanza e piazzano un 9-0 che porta lo Zalgiris avanti 54-52 al 29?. Walton e Davies danno il massimo vantaggio interno sul 63-57 al 32?, ma Clyburn e Higgins riescono a ricucire il distacco. Hackett prima fissa la parità a quota 69 e poi, all’ennesimo tentativo di fuga di Kaunas sul +5, infila la bomba del sorpasso a poco più di un minuto dalla fine (74-76). I lituani non mollano ma la girandola di tiri liberi premia Mosca, con Hackett che sigilla la sua grande partita segnando i due liberi della vittoria che arriva col punteggio di 79-84.

r.c.