VL Pesaro, ecco un altro centello: Sassari vince 114-73

27 dic 2018
VL Pesaro, ecco un altro centello: Sassari vince 114-73 - Come con Cremona i biancorossi sprofondano in difesa, stavolta però fanno fatica anche in attacco e...
Per la seconda volta in dieci giorni la VL Pesaro concede all'avversario più di cento punti, a differenza di Cremona però Sassari usa anche la difesa e ne esce una disfatta. 114-73 e Santo Stefano a -41, a conclusione di un dicembre fatto, sin qui, di soli ko. 4 di fila per la precisione, non abbastanza comunque per trascinare i biancorossi all'ultimo posto, che resta a -2 insieme al trio Cantù-Pistoia-Reggio Emilia.

La faccia allegra della serata è quella di una Sassari che uno scarto del genere, in massima serie, non l'aveva mai rifilato a nessuno. Che eguaglia il record assoluto di assist in una partita di Serie A – 34 – e che mette le cose in chiaro fin dall'inizio, caricando forte dall'arco – 50% di realizzazione – e togliendo spazio e idee agli esterni della VL. VL che invece da fuori è nulla – 3/21 - viene surclassata nei rimbalzi difensivi e scivola subito a -12, diventato -17 in avvio di secondo quarto. Un distacco dimezzato dalle numerose gite in lunetta biancorosse ma ristabilito – con un 9-0 sardo - già alla seconda sirena. Nella ripresa il copione è lo stesso: triple, difesa sanguigna e Sassari che, dal finale di terza frazione in poi, non scende mai sotto il +30.

Smith ne mette 18, subito sotto ci sono i 16+9 rimbalzi di Thomas, i 15 di Cooley e i 27 combinati da Pierre e Spissu. Per Pesaro ordinaria doppia doppia punti/rimbalzi di Mockevicius – 10+11 – e 31 punti per la coppia McCree-Balckmon, anche se, per una volta, il bomber è Artis, a quota 18. Quello che non stupisce è l'assenza di alternative ai titolarissimi: oltre a quelli dei già citati ci sono appena 14 punti, ossia 11 di Murray e una tripla di Monaldi.

RM