Logo San Marino RTV

La Reggiana rifila la "manita" al Savona e mette in mostra un gioiello: Ferderico Angiulli

8 dic 2014
La Reggiana rifila la "manita" al Savona e mette in mostra un gioiello: Ferderico Angiulli
La Reggiana rifila la "manita" al Savona e mette in mostra un gioiello: Ferderico Angiulli
Reggiana – Savona 5 a 0, Siega, Bruccini, Alessi su rigore Angiulli e Maltese. La “manita” si commenta da sola, Reggiana grande potenziale espresso e – 3 dalla capolista Ascoli. Quasi inutile soffermarsi sulle azioni dopo un risultato così rotondo, vale la pena invece fermarsi su un grande protagonista come il centrocampista Federico Angiulli. Milanese classe 1992. Lo scorso anno poco spazio in serie B con l'Avellino, club con cui l'anno prima aveva vinto il campionato di Lega Pro Prima Divisione. Su di lui mettono gli occhi diversi club tra cui il Barletta, ma è la Reggiana la società più veloce e lungimirante nel capire le qualità di questo ragazzo appena 22 enne, autentica risorsa che nel contempo aveva rescisso il contratto con l'Avellino. Ma il calcio è strano e spesso è lo specchio del destino, perchè Angiulli, arriva si alla Reggiana, ma qualche giorno prima aveva firmato per il Viareggio, il fallimento del club toscano ha di fatto rimesso il faro di centrocampo sul mercato e la Reggiana ha fatto firmare un biennale a quello che in questo momento è tra i migliori se non il migliore centrocampista di Lega Pro. Cresciuto a Pergocrema, gioca diverse stagioni con la Pergolettese per poi passare all'Avellino. Di questa Reggiana è la mente: una squadra quella di Colombo che non può più nascondersi, enorme potenziale: Angiulli, Maltese, Ruopolo, Siega, Sinigallia, Tremolada lo stesso portiere Feola sono certezze, amalgamate al meglio dal buon gusto del tecnico Colombo. Venerdi la Reggiana sarà di scena al San Marino Stadium, vale davvero la pena scomodarsi per venire a dare un'occhiata.

Lorenzo Giardi