Logo San Marino RTV

La Banca di San Marino sfiora l’impresa a Budrio

14 dic 2019
Allegra Piscaglia
Allegra Piscaglia

E’ mancato davvero poco alla Banca di San Marino per sbancare il palasport di Budrio e portare a casa una vittoria contro la squadra capoclassifica. E’ arrivata, invece, la terza sconfitta al tie-break (su tre giocati) del campionato. Alla fine BudrioBanca di San Marino 3 a 2 (25/23 21/25 25/7 19/25 15/11)

“Una sconfitta che ci può stare ma che fa arrabbiare perché potevamo spuntarla – sottolinea Wilson Renzi, coach delle titane. – Abbiamo giocato una buona partita, nonostante qualche pecca. Per esempio, non abbiamo difeso come preparato in allenamento sugli attacchi delle loro bande. Il più grande rammarico è aver perso il primo set, durante il quale siamo sempre state sopra nel punteggio per essere riprese solo nel finale sul 22 pari. E’ vero che Budrio ha operato un paio di difese miracolose che hanno indirizzato il parziale, dimostrando di essere quella squadra solida che sapevamo, ma noi potevamo essere più ciniche e chiudere. Il secondo lo abbiamo vinto a 21 con una certa tranquillità mentre nel terzo non siamo proprio scese sul parquet, patendo tanto in ricezione. Nel quarto abbiamo avuto una bella reazione. Sono stati importanti un paio di ace di Allegra Piscaglia che ci hanno consentito lo strappo decisivo. Il tie-break lo ha diretto l’arbitro, fischiando molti doppi palleggi da una parte e dall’altra. Budrio ha preso subito quei tre/quattro punti che non siamo riuscite a recuperare. E’ vero che giocavamo in trasferta, di venerdì notte, dopo un viaggio di un’ora e 40 minuti a causa del maltempo, contro la squadra capoclassifica, ma sono lo stesso un po’ rammaricato perché si poteva vincere”.