Logo San Marino RTV

Arrestato sammarinese. L'accusa è usura e tentata estorsione

13 nov 2010
Arrestato sammarinese. L'accusa è usura e tentata estorsione
Arrestato sammarinese. L'accusa è usura e tentata estorsione
Aveva lasciato San Marino per fare un giro al centro commerciale “Il Globo”, lungo la superstrada. Lì è stato riconosciuto da un Maresciallo dei Carabinieri di Novafeltria fuori servizio. Che ha allertato i colleghi. È stato così arrestato A.F., un sammarinese di 34 anni, nato e residente in territorio. Su di lui un’ordinanza di custodia cautelare emessa il 26 settembre dal tribunale di Rimini per usura e tentata estorsione. I fatti risalgono a qualche mese prima, quando il sammarinese ha prestato 25mila euro a un imprenditore del Titano. All’atto della restituzione i soldi sono diventati 36mila, per un interesse del 62%. L’imprenditore ha pagato una prima tranche di 12mila euro, dopodiché il 34enne non avendo ricevuto il resto, ha minacciato sia l’imprenditore che un conoscente, che non hanno esitato a denunciare il fatto alle forze dell’ordine. Finora era sfuggito alla cattura, ma nel centro commerciale di Cerasolo è stato riconosciuto e pedinato, fino all’epilogo. Ora si trova nel carcere di Rimini.

Giovanna Bartolucci