Logo San Marino RTV

Cineforum a Domagnano con tre film sui diritti umani: "Il potere dei senza potere"

27 dic 2015
Centro di Solidarietà San Marino, Centro Sociale S. Andrea di Serravalle, Giunta di Castello di Domagnano, con il patrocinio della Segreteria di Stato agli Affari Esteri, propongono tre serate di cineforum con film dedicati ai diritti umani e il protagonismo delle persone che con la loro vita hanno portato un importante contributo all'affermazione dei diritti dell'uomo, della giustizia e della pace. Tre storie di singoli che hanno evidenziato come l'impegno personale per una società più giusta, sia anche la molla che muove i popoli a diventare coscienti e responsabili dei diritti elementari dell'uomo e di conseguenza chiederne il rispetto, attraverso rivolte non violente, facendo appello alla forza della verità.
GANDHI ?Lunedì 28 dicembre ?ore 21
Sala del Castello Montelupo di Domagnano RSM
Nel film la biografia del leader indiano Gandhi, detto il Mahatma, che abbandonata l'attività di avvocato, dedica tutto se stesso, fino alla morte, per l'indipendenza dell'India. Con toni epici, segue la vita del Mahatma dal primo episodio che lo convince a scegliere la via della lotta pacifica al colonialismo britannico (da giovane viene cacciato fuori da uno scompartimento del treno, nel razzista Sudafrica) fino alla tragica fine per mano di un estremista indù, nel 1947, nel pieno degli scontri religiosi tra musulmani e indù.
THE LADY - L’amore per la libertà ?Martedì 29 dicembre ?ore 21
Sala del Castello Montelupo di Domagnano RSM
Il film racconta la straordinaria avventura umana e politica di Aung San Suu Kyi (l'attivista birmana Premio Nobel per la Pace nel 1991), costretta agli arresti domiciliari quasi ininterrottamente dal 1989 al 2007 e separata a forza dal marito e dai figli residenti in Inghilterra.
WALESA - L'uomo della speranza ?Mercoledì 30 dicembre ?ore 21
Sala del Castello Montelupo di Domagnano RSM
Il film è basato sulla vita di Lech Walesa, ex-presidente polacco, Premio Nobel per la Pace nel 1983. Oriana Fallaci, giornalista famosa in tutto il mondo, intervista il futuro Premio Nobel. L'italiana rivolge delle domande che nessun altro ha mai osato fare al leggendario leader di Solidarno?? e dal colloquio emerge l'indole di un uomo dotato di un grande carisma e di un eccezionale fiuto politico. La vita pubblica e privata dell'uomo che guidò la Polonia verso la libertà aprendo la strada del più importante rivolgimento politico-sociale della storia europea del secolo scorso
Per informazioni: tel. 0549.900759 – e mail csandrea@alice.sm