Logo San Marino RTV

Il Psd ricorda la morte di Sandro Pertini

24 feb 2020
Il Psd ricorda la morte di Sandro Pertini

Il 24 febbraio 1990 moriva all'età di 94 anni Sandro Pertini, il settimo Presidente della Repubblica Italiana, sicuramente il più amato. Una vita avventurosa, tra guerre, prigionie, esilio, confino e lotta partigiana, sempre all'insegna di valori come la libertà, la giustizia, i diritti dei lavoratori e la tutela delle persone in difficoltà. Eletto nel 1978, quasi con un plebiscito, 832 voti su 995, un consenso mai avuto prima né dopo nella storia repubblicana italiana, unico esponente del PSI a ricoprire tale carica. Aveva già 82 anni, ma interpretò il suo ruolo con un’energia e una vitalità fuori dal comune; allergico ai protocolli, Pertini rappresentò la vera e propria svolta politica e sociale in un’Italia che doveva uscire dagli anni di piombo, dimenticare le stragi e i complotti; fu lui il vero protagonista di una politica che doveva necessariamente uscire dai palazzi del potere per abbracciare la gente e per riportare quella pace sociale, dimenticata negli anni ‘70. Celebrando questa giornata, nel ricordo del compagno Sandro, il Partito dei Socialisti e dei Democratici vuole rendere omaggio alla sua memoria, riconoscendogli quel ruolo di figura emblematica, protagonista di tutti gli eventi epocali del 1900 e che in maniera trasversale ha lasciato un segno indelebile nella storia.

c.s. PSD