Logo San Marino RTV

Inaugurato questa mattina il percorso pedonale lungo la recinzione del Ceis con una nuova rimodulazione della sosta e della segnaletica stradale

16 mag 2019
Inaugurato questa mattina il percorso pedonale lungo la recinzione del Ceis con una nuova rimodulazione della sosta e della segnaletica stradale

E’ stato inaugurato questa mattina, alla presenza dell’Ass.re alla Mobilità Roberta Frisoni e dell’Ass.re ai Lavori Pubblici Jamil Sadegholvaad, il percorso pedonale lungo la recinzione del Ceis, con una nuova rimodulazione della sosta e della segnaletica stradale. Un momento importante, atteso anche dai genitori del gruppo tematico “Alimentazione Ambiente”, dalla Direzione del Centro Educativo Italo Svizzero, che già da qualche tempo avevano messo in atto azioni di comunicazione per esprimere le diverse necessità di quell’area e sensibilizzare gli utenti più vicini alla scuola. Incontri informativi, cartelli disegnati dai bambini con la scritta 'No Parking' affissi lungo la recinzione, 'multe gentili' distribuite agli automobilisti, ecc.. Tante iniziative che trovano adesso una risposta concreta con la riqualificazione di tutta l’area circostante alla scuola e con i diversi interventi, mirati alla messa in sicurezza dei pedoni ed alla moderazione della velocità del traffico veicolare. Oltre alla realizzazione di percorsi pedonali protetti con fittoni parapedonali, installati per evitare la sosta selvaggia, sono stati realizzati infatti attraversamenti pedonali rialzati con colorazione rossa ed è stata regolamentata la sosta in tutta la zona. L’istituzione della ‘zona 30’ in tutta l’area, dove sono presenti due scuole, è un modo per incentivare la mobilità sostenibile e mettere in sicurezza i percorsi ciclopedonali. L’obiettivo è quello di generare un cambiamento duraturo nelle abitudini di spostamento di lavoratori, studenti e cittadini, soprattutto nelle zone come questa, dove i flussi di traffico sono fortemente eterogenei ed è necessario imporre l’abbassamento della velocità di tutti i mezzi a motore, per ottenere da un lato, più sicurezza negli spostamenti a piedi e in bicicletta, e dall’altro, una significativa diminuzione delle quantità di emissioni. “Si tratta di un intervento importante - sottolinea Roberta Frisoni Ass.re alla Mobilità - come anche altri che si sta cercando di fare in città, che vanno nella direzione della messa in sicurezza delle nostre strade e dei nostri attraversamenti pedonali. A partire dai luoghi che più di altri devono simboleggiare il cambiamento verso una nuova Rimini, più sostenibile e più sicura. Soprattutto in prossimità delle scuole. Siamo in un contesto dove sono presenti due istituti scolastici importanti, dove si trovano a transitare tantissimi cittadini, per la presenza dei mercati o per visitare il centro. La messa in sicurezza che è stata realizzata comprende diverse operazioni orientate alla calmierazione del traffico, come la moderazione della velocità, la creazione di una zona 30 e la realizzazione di passaggi pedonali in rilievo. Interventi, che con la riorganizzazione della sosta, consentono di mitigare la velocità e di mettere in sicurezza gli attraversamenti. Azioni che, investendo sulle infrastrutture esistenti, ci consentono di farci andare tutti un po più piano, ma più sicuri sulle nostre strade”.