Logo San Marino RTV

Segreteria Finanze: chiesta un’audizione dei vertici della Banca Centrale in merito alla situazione Cassa di Risparmio

28 mar 2017
Simone Celli
Simone Celli
Nella mattinata di oggi, la scrivente Segreteria di Stato ha richiesto formalmente al Presidente, Consigliere Tony Margiotta, la convocazione di una seduta della Commissione Permanente Finanze e Bilancio per il pomeriggio di mercoledì 5 aprile p.v. al fine di svolgere un’audizione dei vertici della Banca Centrale in merito alla situazione della Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino S.p.A.

Con l’avvicinarsi dell’Assemblea degli Azionisti – prevista per il 10 aprile prossimo –, il Governo ritiene opportuno e doveroso mettere a disposizione di tutte le rappresentanze consiliari un adeguato livello di informazioni, anche attraverso il coinvolgimento e il contributo dell’Autorità di Vigilanza.

Consapevole dell’inutilità e della dannosità dell’inasprimento del conflitto politico su temi di siffatta delicatezza, con questa iniziativa il Governo desidera mostrare attenzione e sensibilità verso le preoccupazioni espresse dalle forze di opposizione, impostando un confronto serio, responsabile e costruttivo nelle sedi istituzionali preposte sulla situazione attuale e sulle prospettive future di Carisp e dell’intero settore bancario.

Il Governo ribadisce il proprio impegno fermo e incondizionato nel portare avanti un processo di complessiva riorganizzazione che – puntando sulla trasparenza, sull’affermazione della legalità, sul recupero della reputazione internazionale e sull’innovazione – consenta di costruire nel medio termine un settore bancario solido, robusto e sostenibile, nell’ambito del quale gli intermediari sammarinesi siano messi nelle condizioni di competere efficacemente con intermediari europei e non europei.
Gli obiettivi prioritari, perseguiti con costanza e determinazione dal Governo, sono il presidio e la difesa dei risparmiatori, dei depositanti e degli investitori e la tutela dei lavoratori del settore bancario.

In tale ottica, Cassa di Risparmio rappresenta il pilastro fondamentale su cui basare il piano di consolidamento e di sviluppo del settore bancario, che nelle prossime settimane verrà presentato pubblicamente dal Governo.
Con la sua azione, il Governo intende conseguire due risultati fondamentali:
a) il riconoscimento in capo allo Stato della quota di azionariato corrispondente agli ingenti apporti di capitale effettuati in questi anni;
b) la modifica della struttura e della composizione del Consiglio di Amministrazione per assicurare all’organismo più snellezza e maggiori competenze tecniche e professionali per far sì che Cassa di Risparmio assuma un ruolo strategico nel progetto di rilancio e internazionalizzazione del settore bancario.

Il Governo considera Cassa di Risparmio un istituto di credito di rilevanza sistemica e proprio per questa ragione lo Stato, attraverso il rafforzamento della sua presenza nel capitale sociale e nella gestione, ne vuole garantire la solidità e implementare l’operatività in termini di prospettiva.

Al netto delle strumentalizzazioni politiche e delle teorie del complotto alimentate ad arte, il Governo non ha alcuna esitazione nel sostenere che Cassa di Risparmio è la banca dei sammarinesi e tale resterà.

Comunicato stampa
Segreteria di Stato Finanze e Bilancio