Logo San Marino RTV

SONO CHEERLEADERS, GUAI A CHIAMARLE RAGAZZE PON PON

5 mar 2016
SONO CHEERLEADERS, GUAI A CHIAMARLE RAGAZZE PON PON
E’ partito da Rimini Fiera, nell’ambito di Citroen RNB Basketball Festival 2016, il sesto campionato italiano di Cheerleading e Cheerdance che vedrà altri due appuntamenti a Cervia in aprile e a Salsomaggiore a maggio.
1200 atleti da dieci regioni italiane gareggiano fra oggi e domani nelle varie discipline di quello che ormai è a tutti gli effetti un vero sport, con tanto di riconoscimento di SportAccord, l'Associazione che raggruppa tutte le federazioni sportive internazionali che fanno capo al CIO.

Quattro le categorie in gara: mini, pewee, cadet, junior e senior. Le performance non sono mai singole, ma sempre proposte almeno da una coppia, fino a gruppi anche di trenta atleti. A giudicare le performance, una giuria internazionale.
Sono passati i tempi delle ragazze pon pon, definizione che le cheerleaders rifuggono: negli Usa, dove sono oltre un milione e mezzo, pochi mesi fa un ricorso al giudice ha costretto il Governatore della California a firmare una legge che le considera lavoratrici a tutti gli effetti, con tutte le tutele conseguenti.

Mentre negli Usa è ormai una professione, in Italia ancora è una passione, sfociata in una vera e propria disciplina sportiva che tiene insieme danza, ginnastica acrobatica e teatralità. In Italia i praticanti sono oltre 15.000, riuniti nella federazione Fisac Federcheer. Per loro allenamenti in palestra e poi esibizioni prevalentemente dentro impianti sportivi.

I club sportivi italiani di calcio, volley e basket si sono avvicinati a questa forma di intrattenimento degli spettatori e la competizione si è trasferita anche sotto il profilo della qualità delle proprie cheerleaders.

Rimini non è nuova a questi appuntamenti con le cheerleader, nel 2013 il Palacongressi ospitò infatti performance di 3.500 atleti.