Logo San Marino RTV

Usc: risposta all'intervista del direttore del turismo Corbelli

9 ago 2015
Usc replica su San Marino Estate: gli eventi di livello “locale” generano indotto locale e non turistico
Usc replica su San Marino Estate: gli eventi di livello “locale” generano indotto locale e non turistico
Caro Direttore con rammarico segnaliamo il nostro dispiacere e disappunto in merito alle sue dichiarazioni riportate nei giorni scorsi sui giornali locali per quanto concerne il “Programma San Marino Estate”, a nostro avviso frutto della mancata collaborazione fra le istituzioni e le associazioni.
Dal nostro insediamento la USC ha intrapreso un percorso nel quale sin dai primi incontri abbiamo a più riprese richiesto alla vostra Spettabile Segreteria di partecipare attivamente a tutte le programmazioni degli eventi per coordinare e condividere insieme i progetti (con riferimento all’apertura delle serate estive)
onde evitare che queste subissero un flop.
Sulle chiusure, da parte degli esercizi commerciali, rispondiamo affermando che se tali eventi fossero di caratura internazionale tutti avrebbero interesse ed entusiasmo a rimanere aperti in quanto garantirebbero e attirerebbero una maggior attrazione turistica, incentivando magari i visitatori con i parcheggi gratuiti. La portata degli eventi programmati essendo di livello “locale” oltre a generare sfiducia e malcontento, crea l’effetto contrario per cui non genera un indotto turistico ma solo del “circondario”. Si continua a rimarcare la condivisione sulle aperture serali e ci si dimentica della quotidianità e delle attrazioni diurne, in tal senso abbiamo sollecitato, ancora senza risultato, sull’opportunità di attirare nuovi flussi turistici affidandoci alla professionalità ed alla competenza di tour operator esperti del settore turistico, i quali garantirebbero con un piccolo contributo un elevato numero di visitatori durate tutto il periodo dell’anno, invece di destinare all’EXPO un budget eccessivo che non ha prodotto fino ad oggi e non
produrrà i risultati sperati.
Non esiste programmazione senza effettuare un investimento economico, in tal senso ci rendiamo perfettamente conto che il periodo che stiamo attraversando è caratterizzato da una grave crisi di recessione e ristrettezza del budget, per cui secondo noi una programmazione mirata, contenuta e condivisa avrebbe portato ad un risultato sicuramente migliore.

USC