Logo San Marino RTV

Banca Centrale risponde ai dubbi sul memorandum

12 set 2012
Banca Centrale risponde ai dubbi sul memorandumBanca Centrale risponde sul Memorandum
Banca Centrale risponde sul Memorandum - Sugli accordi con Banca d'Italia e la scelta di abbandonare la strada del memorandum d'intesa, le pr...
“Il risultato ottenuto oggi rappresenta un passo in avanti rispetto ai negoziati passati e non certo un fallimento”. Lo afferma il Presidente di Banca Centrale, Renato Clarizia, al centro in questi giorni di dure prese di posizione delle forze politiche e delle preoccupazioni del mando bancario e finanziario che aspetta di verificare gli effetti delle nuove relazioni con Banca d'Italia. Clarizia, non nasconde l'amarezza per quello che ritiene l'ennesimo tentativo di strumentalizzazione “Noi – dichiara – non facciamo politica ma lavoriamo sul piano tecnico per raggiungere risultati concreti”. Non gli è piaciuto il rumore che si è creato dietro alle sue recenti dichiarazioni, come pure le forti critiche arrivate da una parte della politica. Spiega che il memorandum d'intesa sarebbe stato un'inutile perdita di tempo, sia perché sarebbe stato da riscrivere in toto, considerate le mutate situazioni generali, e sia perché un tale documento viene utilizzato tra realtà che non trovano forme concrete di collaborazione. “Solitamente – afferma – è il tentativo di mediare su posizioni diverse”. Oggi, invece, Banca d'Italia ha dimostrato la volontà di lavorare insieme per ricercare le soluzioni più adeguate e dichiarato la disponibilità a convocare singoli tavoli tecnici per raggiungere più agevolmente gli obiettivi prefissati. “Nessun passo indietro – aggiunge Clarizia – ma al contrario l'opportunità concreta di portare a casa risultati ottimali. Gli obiettivi politici – conclude – sono una cosa, quelli tecnici un'altra, e noi su questi stiamo lavorando”.