Logo San Marino RTV

Dati occupazionali: la Segreteria al Lavoro risponde alle critiche, forse cambiamenti dopo la legge Sviluppo

21 ott 2018
Il Segretario Andrea ZafferaniDati occupazionali: la Segreteria al Lavoro risponde alle critiche, forse cambiamenti dopo la legge Sviluppo
Dati occupazionali: la Segreteria al Lavoro risponde alle critiche, forse cambiamenti dopo la legge Sviluppo - La Segreteria di Stato guidata da Andrea Zafferani risponde a quanti parlano di una situazione negat...
Alla base del confronto ci sono i dati del Bollettino di statistica di settembre sull'occupazione. La Segreteria di Stato al Lavoro interviene con un comunicato, parla di “strumentalizzazioni” sul tema e invita a “leggere con più realismo” la situazione economica. I dati di settembre 2018 “presentano alcuni elementi di preoccupazione”, in particolare sulla disoccupazione, si legge nella nota.

La Segreteria segnala, però, 608 occupati in più (+4%) e parla di un'“economia in ottima espansione”. Sul fronte della disoccupazione, quella media in senso stretto è scesa, secondo l'analisi: si è passati dalle 1049 unità dei primi 9 mesi del 2017 alle 1019 unità dello stesso periodo del 2018. Quest'anno, sottolinea il responsabile al Lavoro, Andrea Zafferani, ci sono stati 7 mesi con dati positivi e 2 con dati negativi.

Sempre nei primi 9 mesi dell'anno in corso, se paragonati a quelli dell'anno passato, il numero medio di occupati è cresciuto di 520 unità (+3,4%; da 15151 a 15672). A luglio 2018 si è raggiunto il “massimo storico di occupati residenti in territorio di sempre”: 15660 persone. Ma allo stesso tempo, Zafferani parla di riflessioni da fare a un anno dalla legge Sviluppo e anticipa possibili cambiamenti.

Mauro Torresi

Nel servizio, l'intervista in cui il segretario di Stato al Lavoro, Andrea Zafferani , parla dei possibili interventi