Lavoro: scade l'anno e scadono i contratti

27 dic 2007
CSU
CSU
Scade il 31 dicembre il contratto per alberghi, bar e ristoranti, un comparto in crescita e che aveva a settembre 185 dipendenti.
Andrà riaperta la trattativa anche per il settore commercio, che conta attualmente 2.800 lavoratori, anche in questo caso i numeri parlano di un aumento di oltre 8 punti percentuali rispetto ad un anno fa.
In dirittura d’arrivo anche i contratti dell’edilizia privata, comparto questo che occupa circa 1.500 persone; e quello per i dipendenti della Banca Centrale.
A scadenza invece la sola parte economica per quanto riguarda il ramo dei servizi, con immobiliari, informatica e servizi alle imprese che hanno segnato il rialzo più consistente. La parte normativa infatti scade alla fine del 2009.
Risulta invece scaduto da quasi un anno il contratto per tutte le altre banche, un percorso nel quale essendo diversi i soggetti interessati dal rinnovo, soffre di qualche ritardo.
In ogni caso per tutti gli altri le trattative si apriranno con il 2008, al momento ci sono stati solo contatti informali. “Non credo ci siano grossi problemi nel rinnovare questi contratti –dice Marco Beccari, segretario generale Cdls – i problemi sul tappeto sono sempre gli stessi, migliorare le condizioni di lavoro nella parte normativa, e salvaguardare il potere d’ acquisto dei salari, nella parte economica.