Logo San Marino RTV

Progetto Npl: si lavora per arrivare a una proposta normativa, Biagio Bossone nella commissione tecnica

di Mauro Torresi
14 giu 2019
Nel servizio, l'intervista a Francesco Mancini, vice-direttore di Banca Centrale
Nel servizio, l'intervista a Francesco Mancini, vice-direttore di Banca Centrale

Momenti di scambio e confronto su uno dei maggiori nodi dell'economia sammarinese: i crediti deteriorati nelle banche. Una questione che pesa da risolvere. Da qui nasce il “Progetto Npl” dell'Associazione bancaria sammarinese. Dettagli del piano sono già circolati e a breve, fanno sapere i promotori, sarà pronta una proposta normativa da sottoporre al legislatore. Sul tema si sono confrontati oggi i maggiori rappresentanti del comparto con un seminario tecnico al quale hanno preso parte, oltre ad Abs, anche Banca Centrale e componenti degli istituti di credito.

Chi ha curato il Progetto Npl fa notare che, a fronte di circa 550 milioni netti di crediti deteriorati, le consistenze immobiliari 'in mano' alle banche valgono circa 500 milioni. Immobili che fungeranno da garanzia nella procedura di gestione del problema. Il meccanismo ipotizzato prevede, tra i diversi elementi, un miglioramento delle procedure di recupero del credito e la liberalizzazione del mercato degli immobili. Il passo successivo sarà la creazione di un “veicolo comune”, cioè di una nuova società che comprerà i crediti. Si procederà, quindi, con lo strumento della cartolarizzazione.

Con il progetto Npl torna Biagio Bossone, già presidente di Bcsm e in passato al vertice dell'Associazione bancaria sammarinese, che entra a far parte della commissione tecnica dedicata al piano.

Nel servizio, l'intervista a Francesco Mancini, Vice Presidente Consiglio Direttivo Banca Centrale