Logo San Marino RTV

Servizi essenziali: quanto spendono le famiglie?

2 feb 2006
Servizi essenziali: quanto spendono le famiglie?
600 euro al mese. E’ la tassa che una famiglia media sammarinese deve sborsare per i servizi essenziali. Abbiamo preso, come campione, una famiglia giovane, composta di 4 persone: moglie, marito, un figlio che frequenta l’asilo nido e uno che invece va alla scuola elementare. Abbiamo sommato le spese medie di acqua, luce, gas, tassa rifiuti e tassa reflui, bolletta del telefono fisso e, considerando che la nostra famiglia risiede a San Marino dove i mezzi di trasporto non sono proprio a portata di mano, abbiamo calcolato due auto a testa di media cilindrata: quindi due assicurazioni e due bolli di circolazione. Totale 600 euro. Da questa considerevole cifra sono esclusi l’eventuale affitto o l’altrettanto eventuale mutuo, le spese per mangiare, per vestirsi, per il telefono cellulare, la tassa per il possesso della tv, l’abbonamento Adsl per collegarsi a internet e quello per vedere la tv satellitare e, soprattutto, il costo della benzina.
Vediamo nel dettaglio le spese per i servizi essenziali, vale a dire acqua, energia elettrica e gas. Circa il 60% dei sammarinesi ha un contratto per utilizzare 4 kilowatt e mezzo di energia elettrica e ne consuma mediamente 3.500 kilowatt all’anno. La spesa è di 510 euro annuale, comprensivi della tassa sui rifiuti. La nostra famiglia media consuma, per il riscaldamento, 2000 metri cubi di gas metano per un costo di 610 euro all’anno. Altre 200 euro se ne vanno per l’acqua e la tassa sui reflui. Il figlio più piccolo frequenta il nido. La spesa massima, a piena frequenza, è di 3.000 euro all’anno. Il figlio che invece va alle elementari e mangia a scuola costa, mediamente 420 euro all’anno. Ammortizzando il totale delle spese cui deve far fronte la nostra famiglia, si ottiene una uscita mensile di 600 euro.