Logo San Marino RTV

Vertice Ecofin a Bruxelles

13 nov 2012
Vertice Ecofin a Bruxelles
Nuovo 'no' di Germania e Finlandia alla messa in comune del debito pubblico dell'eurozona. I due paesi si sono espressi all'Ecofin contro l'inserimento nelle misure di disciplina di bilancio, degli eurobond e di un fondo di redenzione del debito.
"Non accetteremo nessun passaggio su emissioni comuni di debito o sulla sua mutualizzazione - ha messo in chiaro il ministro tedesco Wolfgang Schaeuble - non dobbiamo anticipare le decisioni del Consiglio di dicembre". L'Olanda sta "seriamente considerando" se aderire alla cooperazione rafforzata Ue sulla Tobin Tax.
Ma il dossier piu’ importante resta quello sulla Grecia e in particolare lo slittamento di due anni chiesto da Atene per rientrare dal debito. Il rischio di fallimento della Grecia è "molto elevato" se al prossimo Eurogruppo martedì non ci sarà un accordo sullo sblocco delle tranche di aiuti. A dirlo è il ministro delle finanze greco Yannis Stournaras davanti all'Europarlamento
E secondo il presidente francese Hollande il sostegno alla Grecia del Fmi e dell'Europa, gli è dovuto, anche per mettere fine ai dubbi sull'integrità della zona euro". Oggi Hollande, che nei sondaggi sta perdendo molti consensi, ha tenuto la prima conferenza stampa del suo mandato. "La credibilità della Francia è assicurata” ha affermato, ricordando che i tassi sono i più bassi della storia e "lo scarto con la Germania si è ridotto". E’ anche intervenuto sui rapporti con la Germania sostenendo che sono buoni. Nei giorni scorsi, i consiglieri economici di Berlino hanno espresso pesanti riserve sull'attuale situazione della Francia.