Logo San Marino RTV

A Roma è nata la "Casa dei libri senza prezzo", in un quartiere popolare e multietnico

Tra gli avventori anche Phaim Bhuiyan, romano di Tor Pignattara, regista del pluripremiato film "Bangla"

di Francesca Biliotti
13 set 2019
l'iniziativa culturale
l'iniziativa culturale

Dimenticate le luci del centro, da qui non si vedono: Tor Pignattara, “Torpigna” per i romani, è un quartiere popolare e fortemente multietnico, scelto però non casualmente dai volontari che hanno aperto la “Casa dei libri senza prezzo”, il cui scopo è consentire a chiunque di accedere alla cultura, indipendentemente dalle proprie possibilità economiche. Ognuno può prendere fino a 3 libri e donare quanto vuole. C'è anche una bacheca per scambiare fiori e piante, e diffondere specie vegetali e accrescere le biodiversità. Quartiere multietnico, si diceva, dove Phaim Bhuiyan ha ambientato il suo primo film, pluripremiato, “Bangla”, a breve in prima visione sulla Rai. Anche lui ha scoperto da poco questa realtà, nel suo quartiere. 


Nel video le interviste a Angela Processione, presidente associazione Book-Cycle, e a Phaim Bhuiyan, regista film "Bangla"