Logo San Marino RTV

Il piccolo Alex è guarito, può tornare a casa

19 apr 2019
Il piccolo Alex è guarito, può tornare a casa

Sono trascorsi quattro mesi dal trapianto di midollo. Ora il piccolo Alessandro Maria Montresor, affetto da una malattia genetica rara, può tornare a casa, in Inghilterra. Ad annunciarlo il professore che l'ha operato, Franco Locatelli, oncoematologo del Bambino Gesù: “Possiamo dire che Alex sia completamente guarito”, dice soddisfatto il professor Locatelli. "Sta molto bene, anche la frequenza dei controlli è sempre più prolungata e siamo straordinariamente soddisfatti di come sono andate le cose. Questa notizia ci impreziosisce la Pasqua”.

Al piccolo erano state infuse le cellule del padre, che poi, a distanza di un mese dal trapianto, avevano perfettamente attecchito. Alex era affetto da linfoistiocitosi emofagocitica (HLH), ed era stato trasferito a fine novembre al Bambino Gesù di Roma dall'ospedale Great Ormond Street di Londra. Era poi stato sottoposto il 20 dicembre scorso al trapianto di cellule staminali emopoietiche.

C'era anche stata una gara di solidarietà per il bimbo che aveva fatto registrare quello che il direttore del centro nazionale trapianti Alessandro Nanni Costa aveva indicato come un "effetto Alex" nelle donazioni: si erano contati infatti 23mila nuovi donatori in soli 2 mesi e mezzo, a partire da ottobre 2018, che si erano iscritti al registro italiano dei donatori di midollo osseo. Ora Alex dovrà tornare al Bambino Gesù per qualche controllo e solo periodicamente.